Bot, ecco la nuova emissione di fine novembre 2023

Alberto Battaglia
23.11.2023
Tempo di lettura: 3'
Il Mef ha fatto sapere che metterà in asta 7,5 miliardi di euro di nuovi Bot a 6 mesi, ecco quale rendimento ci si può aspettare dal titolo principe per gestire la liquidità a breve termine

Il ministero dell'Economia ha annunciato una nuova emissione di Buoni ordinari del Tesoro (Bot), la cui scadenza a sei mesi potrà attirare gli investitori alla ricerca di un parcheggio remunerativo per la propria liquidità in eccesso. Prenotare l'acquisto è possibile attraverso il proprio home banking se abilitato alle funzionalità di trading, oppure rivolgendosi presso gli sportelli bancari e postali. Per farlo, c'è tempo fino al 27 novembre, mentre l'asta avrà luogo nei due giorni successivi.


Via XX Settembre ha fatto sapere che la nuova emissione avrà un tetto massimo da 7,5 miliardi di euro. 




Attualmente il rendimento di mercato a scadenza per i titoli italiani con scadenza a sei mesi è circa del 3,7% annuo lordo – è importante notare che, di conseguenza, al termine dei sei mesi il rendimento lordo sarà quindi pari all'1,85%. 


LE OPPORTUNITÀ PER TE. Come gestire il rischio Italia in portafoglio? L'Italia è a rischio fallimento, o ci sono altre evenutalità di cui mi dovrei preoccupare se investo in Btp? Gli advisor selezionati da We Wealth possono aiutarti a trovare le risposte che cerchi. TROVA IL TUO ADVISOR

I Bot, a differenza dei Btp non offrono un rendimento pagando cedole: il guadagno si calcola dalla differenza fra il prezzo di acquisto (aggiudicazione in asta) e quello di rimborso. Dal momento che il primo è inferiore al secondo, i Bot appartengono alla categoria dei “titoli a sconto”, noti anche come zero-coupon bond. 


Come per tutti gli altri titoli di Stato il Bot può essere comprato anche sul mercato secondario, dove chi vende non è più lo Stato italiano, ma un altro investitore privato. Rispetto all'acquisto in asta, però, si pagano commissioni di transazione; il vantaggio, però, è che si può capire in anticipo quello che sarà il rendimento finale. Il rendimento per chi acquista in asta, invece, dipende anche dalla domanda di titoli presentata dal mercato: un Bot molto richiesto renderà un po' meno. 

Responsabile per l'area macroeonomica e assicurativa. Giornalista professionista, è laureato in Linguaggi dei media e diplomato in Giornalismo all'Università Cattolica

Cosa vorresti fare?