Usa, verso un helicopter money mascherato

Gloria Grigolon
Gloria Grigolon
16.2.2021
Tempo di lettura: 3'
L'attuazione del prossimo pacchetto di stimoli Usa farà sì che, all'espansione fiscale, si affianchi l'allentamento quantitativo, ottenendo un risultato il più vicino possibile al cosiddetto helicopter money
Il prossimo pacchetto fiscale sarà la cosa più vicina che abbiamo mai avuto all'helicopter money, caratterizzato da stimoli senza limiti ed effetti di immediata ripresa che alleggerirebbero il monte di debito a stelle e strisce. In un contesto di politiche monetarie ampiamente accomodanti (fino almeno ai primi chiari segnali di ripresa stabile), il nuovo governo a conduzione democratica avrà quindi piena libertà d'azione sulle misure da attuare a sostegno dell'economia.

Sostegno senza ritegno


Un sostegno senza troppi vincoli supportato anzitutto dalla Segretaria al Tesoro, Janet Yellen, che nelle scorse settimane ha ribadito la necessità di “agire in grande” per far sì che la crisi economica innescata dalla pandemia duri il meno possibile. "Né il presidente eletto, né io, proponiamo questo pacchetto di aiuti senza considerare il peso del debito del paese” aggiungeva Yellen. "Credo però che i benefici supereranno di gran lunga i costi, soprattutto se ci preoccupiamo di aiutare le persone".

Il piano da $1,9 trillion


Ad assicurare la buona riuscita del piano mostre di stimoli da 1,9 mila miliardi di dollari, che andrebbero ad unirsi al precedente pacchetto varato dalla Presidenza Trump nel marzo 2020 da 2,3 mila miliardi, la risoluzione approvata dalla Camera del rappresentanti Usa che permette al presidente Joe Biden e ai democratici di portare avanti la proposta contenuta nel pacchetto di aiuti anti Covid-19 anche senza il sostegno dei repubblicani. "Mi sarebbe piaciuto farlo con il sostengo dei repubblicani, ma loro non intendono spingersi fin dove è necessario" ha aggiunto il neo insediato presidente. E ancora: "improvvisamente, molti di loro hanno riscoperto il rigore fiscale e la preoccupazione per il deficit. Ma non vi illudete. Pure questo approccio ha dei costi: rallenta la ripresa".

Effetto helicopter money


Per tutto il 2020, il Tesoro americano ha aumentato in modo significativo la quantità di denaro che detiene sul proprio conto presso la Federal Reserve. Ciò significa che la Fed stava implementando un allentamento quantitativo mentre il Tesoro Usa si impegnava in una stretta quantitativa. “Vediamo un ampio spazio per il Tesoro americano di ridurre le sue disponibilità liquide presso la Fed al fine di finanziare il prossimo pacchetto di spesa e, in mezzo all'ondata invernale del coronavirus, non riteniamo che la Fed prenderà provvedimenti per sterilizzare questa operazione” sottolinea Nikolaj Schmidt, Chief International Economist, T. Rowe Price.

In effetti, “l'attuazione del prossimo pacchetto di stimoli dovrebbe attuare un'espansione fiscale che si affiancherà all'allentamento quantitativo, ottenendo un risultato il più vicino possibile al cosiddetto helicopter money (o alla moderna teoria monetaria)”.

Mentre le prospettive di crescita per il mercato statunitense restano positive, specie nelle voci a maggior rischiosità, è bene sottolineare che, anche prima delle Presidenziali di novembre 2020, "ci trovavamo nella fase iniziale di un nuovo ciclo espansivo". Post-elezioni e sostenuti dagli sviluppi sul fronte vaccini, gli investitori si sono potuti concentrare meglio sul ciclo economico, "e ritengo che ciò sia uno dei principali driver del rally".

Quali prospettive si aprono quindi per l'Equity Usa? A quali settori guardare in un anno di transizione? Ne parleranno gli esperti di T. Rowe Price.

 

SPECIALE EVENTO


Gli esperti di T. Rowe Price ti aspettano all'evento dal titolo
"Azionario USA: tra disruption e nuovi trend"
in programma mercoledì 24 febbraio, ore 16:30


Clicca qui  per iscriverti

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti