Il vino si fa sostenibile, ora da Christie's fino al 29 marzo

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
15.3.2022
Tempo di lettura: 3'
Dal 15 al 29 marzo va in scena l'asta online di Christie's per combattere il cambiamento climatico. Un'opportunità per mettere in cantina le migliori annate dei migliori produttori e fare bene al pianeta
Inizia oggi, 15/3/2022, la “Finest & Rarest Wines Including a Collaboration with Grapes for Humanity Global Charity Foundation” asta organizzata da Christie's Wine Department, cui parte del realizzato sarà devoluto a progetti volti a mitigare l'impatto del cambiamento climatico sul mondo del vino. Fino al 29 marzo, si potrà, tramite il portale online della casa d'asta, fare offerte su 175 lotti, provenienti da due collezioni private ricche delle migliori annate di Bordeaux, Borgogna, Italia e California.
Tra le bottiglie più pregiate della prima collezione ci sono grandi annate di nomi iconici quali Romanée-Conti, Lafite, Petrus, Soldera, Harlan e Heitz Martha's. La seconda collezione non è da meno, comprendendo una selezione altrettanto impressionante di Bordeaux First Growth insieme a Borgogna dei migliori produttori, quali Domaine Leroy e Comte Georges de Vogüé. Completano l'asta altre gemme raramente viste all'incanto tra cui una magnum di Henri Jayer Vosne-Romanée Cros Parantoux del 1999 e tre bottiglie di Screaming Eagle Sauvignon Blanc del 2017.

La vendita, come detto, sarà anche caratterizzata da una collaborazione benefica con Grapes for Humanity Global Foundation, il cui intento è raccogliere fondi per progetti volti a mitigare l'impatto del cambiamento climatico specifico della comunità del vino. Milioni di aziende, individui e intere regioni dipendono dalla continua capacità di coltivare uva da vino per la loro sopravvivenza, e l'uva è uno dei prodotti agricoli più notoriamente delicati e vulnerabili del pianeta. I lotti “sostenibili” in evidenza includono visite esclusive e rari imbottigliamenti di grande formato dalla casa di Champagne Louis Roederer, Château Haut-Brion, Château Lafite Rothschild, Maison Joseph Drouhin, Marchesi Antinori, Opus One, e Taylor's Port, tra le altre.

Chris Munro, Capo del Dipartimento, Vino e Liquori, Christie's Americas, ha osservato: "Christie's è lieta di collaborare con Grapes for Humanity Global per raccogliere fondi per una causa così importante, mentre la comunità globale del vino si concentra sulla sensibilizzazione dell'impatto del cambiamento climatico. Siamo grati alla Fondazione e ai molti partner per aver portato all'asta lotti così stellari".

Arlene Willis, fondatore e ceo di Grapes for Humanity Global, ha commentato: "Siamo grati per il sostegno che abbiamo ricevuto da Christie's e per le donazioni da parte di pilastri della comunità internazionale del vino per combattere l'impatto del cambiamento climatico sulla nostra industria".
Laureato in Finanza e mercati Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano, nella redazione di We Wealth scrive di mercati, con un occhio anche ai private market. Si occupa anche di pleasure asset, in particolare di orologi, vini e moto d’epoca.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti