Phillips lancia il suo servizio di art advisory

Teresa Scarale
Teresa Scarale
28.4.2021
Tempo di lettura: 2'
La casa d'aste fortissima nel collezionismo di orologi e nuovi talenti ha creato un servizio tutto suo per meglio agganciare il mercato primario. E la nuova, esigente clientela asiatica
Primavera di novità per Phillips. La quarta casa d'aste più antica al mondo (1796) lancia il suo servizio interno di consulenza d'arte (Phillips Art Advisory, Paa). Lo fa subito dopo aver annunciato il rafforzamento della divisione gioielli con la nomina di Sara Payne Thomeier come head of jewels per le Americhe e quella di Cristel Tan come international jewellery specialist a Singapore.
A capo di Paa ci sarà Kevie Yang, che aiuterà i clienti soprattutto nelle acquisizioni sul mercato primario, ossia prima che siano stati acquistati da alcuno, quindi non solo tramite le gallerie, ma anche direttamente dagli artisti. E nel costruire le loro collezioni con approccio strategico, in una logica di “cura pensata”, per la creazione di valore nel lungo periodo. «Il 2020 è stato un anno di profonda ristrutturazione, innovazione e avanzamento per il mercato globale dell'arte perennemente in crescita nonostante le difficoltà estreme del momento. Vediamo grandi opportunità nei cambiamenti in corso», dice Yang.
Il numero di clienti privati alla ricerca di consulenza professionale e strategica sulla costruzione delle loro collezioni è cresciuto, soprattutto in Asia. Phillips Art Advisory nasce come risposta a questa domanda della nuova, ambiziosa ricchezza asiatica e vuole capitalizzare la rete di contatti e le competenze della casa d'aste essendo «gli occhi e le orecchie dei clienti sul territorio», per dirla col ceo di Phillips Edward Dolman. La presenza sul territorio è garantita da un esteso team di specialisti nelle maggiori città del mondo. Paa vuole essere un servizio di consulenza multilivello specializzato nell'arte del XX e del XXI secolo, dall'orientamento alla ricerca di nuovi talenti, passando per l'imprescindibile expertise. Il software Articker, con il suo tracciamento di 150.000 artisti, è il supporto tecnico del servizio.
caporedattore

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti