La Marilyn in blu, il secondo quadro più caro del XX secolo

Teresa Scarale
Teresa Scarale
10.5.2022
Tempo di lettura: 3'
Il capolavoro di Andy Warhol si piazza per incasso al primo posto fra le opere del XX secolo vendute in asta pubblica e al secondo considerando anche le vendite private. L’acquirente è uno dei galleristi più potenti al mondo

«La vendita record dell’iconico quadro di Andy Warhol testimonia la forza, la vitalità, la generale esaltazione del mercato dell’arte al giorno d’oggi. Dimostra anche la potenza pervasiva di Andy Warhol, la sua eredità duratura nel mondo dell’arte, della cultura e della società». Con questa dichiarazione Alex Rotter, presidente di Christie’s per l’arte del 20esimo e del 21esimo secolo ha celebrato la vendita di Shot Sage Blue Marilyn di Andy Warhol, volata via per 195 milioni di dollari (in realtà, la casa d’aste aveva lasciato trapelare prima dell’evento una stima di 200 milioni di dollari).

La cifra stabilisce un nuovo record personale per il padre della pop art, ma non la rende l’opera più costosa del ‘900, come erroneamente scritto da alcuni. Il quadro più caro del XX secolo è un’altra Marylin, sempre di Warhol, ma in arancio: la Orange Marylin, venduta privatamente nel 2018 per 225 milioni di dollari (circa 241 oggi, considerando l’inflazione. Qui i dettagli).

 

L’acquirente, secondo quanto riportato da Bloomberg e da Artnet, è il potente gallerista Larry Gagosian. L’asta, tenutasi nella serata del 9 maggio 2022 a New York, era interamente dedicata alla vendita della collezione di Thomas e Doris Ammann: 36 lotti sotto il martelletto e quasi 318 milioni di dollari di incasso. Non è stato però solo Andy Warhol a mettere a segno nuovi record. Possono dirsi soddisfatti anche Francesco Clemente, che con il suo The Fourteen Stations, No. XI

Venduto per 1.860.000 di dollari ha triplicato il suo record precedente;

Con 478.800 dollari Ann Craven ha moltiplicato per otto la sua precedente cifra di aggiudicazione più elevata. L’opera è I Wasn’t Sorry, 2003 (15 i collezionisti che si sono dati battaglia per questa opera).

Poi è toccata a Mike Bidlo (tre volte il precedente record), Mary Heilmann, Martin Disler, e Ross Bleckner.

Dall’alto dei suoi 195 milioni di dollari, la serigrafia in blu salvia di Andy Warhol è comunque rimasta irraggiungibile, con uno stacco siderale dal secondo lotto più caro dell’asta, un Untitled di Cy Twombly passato di mano per 21 milioni di dollari. Al terzo posto, un altro Untitledi di Robert Ryman (20,1 milioni di dollari). In quarta posizione, Venere Sopra Gaeta, 16,9 milioni.

Caporedattore della sezione Pleasure Asset di We Wealth. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline economiche e sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia e mercati dell’arte. È in We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti