Il cambiamento nelle preferenze dei clienti private

07 Febbraio 2019 · 2 min

Come si evolvono le richieste dei clienti al private banker? Risponde Carlo Maria Galli, responsabile investments solutions di Crédit Agricole CIB

La modifica delle preferenze dei clienti può andare dalla tipologia di asset da considerare all’interno del portafoglio alle modalità in cui avviene l’interazione. Sicuramente un ruolo sempre più importante potrà essere rappresentato dai cosiddetti private asset, quindi private equity e private debt, che sono un elemento di unione tra il portafoglio dell’investitore e l’economia reale. Chiaramente sono degli asset che hanno delle caratteristiche di liquidità, che spesso l’investitore non private preferisce. L’investitore private, invece, allungando il proprio orizzonte temporale di investimento, ha la possibilità di utilizzare un maggior numero di strumenti di questo tipo all’interno del core portfolio, in modo tale da avvicinare e allineare l’esigenza, il benessere e il vantaggio per l’investitore privato con il benessere pubblico.

Quali sono gli strumenti che vengono in soccorso?

Un altro elemento importante è l’utilizzo di strumenti al di fuori del core portfolio, più tattici, che possano sfruttare elementi di volatilità anche piuttosto marcata, come quelli che si sono verificati durante tutto il 2018, e situazioni di mercato specifiche. In particolare, sta al private banker cercare di utilizzare strumenti tipicamente asimmetrici come certificati o strumenti cartolarizzati per sfruttare a vantaggio dell’investitore determinate fasi mercato un po’ volatili.