Asset manager multi-boutique, la strategia de La Francaise

12 Novembre 2018 · 3 min

Come funzionano gli asset manager multi-boutique? Riccardo Ricciardi, board member La Francaise, ci aiuta a fare chiarezza.

Quali sono i pregi e i difetti del modello di business articolato in diverse attività e diverse aree?

“La Française ha un approccio multi-boutique, abbiamo un’attività di investimento e distribuzione che svolgiamo sotto il nostro marchio ma abbiamo anche scelto negli anni dei partner specializzati, per il mercato nord americano e i mercati asiatici. Questo ci permette di selezionare le esigenze e mantenere una qualità dei prodotti di investimento che offriamo alla clientela elevata e tendenzialmente migliore o monolite. Per quanto riguarda i difetti del sistema, penso al dover operare su diversi brand, su piattaforme amministrative non omogenee e dover formulare accordi di distribuzione molteplici a seconda della casa o del brand che viene distribuito in quel momento. Il saldo è comunque molto positivo altrimenti non continueremmo a sviluppare questa filosofia proprio perchè ci consente di restare flessibile nelle scelte delle migliori qualità da offrire ai clienti”.

Preferibile privilegiare cautela o rischio nei mercati attuali?

“Necessario fare grande attenzione. Viviamo un momento in cui ci sono molti fattori di instabilità, di origine prevalentemente politica e quindi imprevedibili per un investitore anche se esperto e tradizionale. Il quadro di fondo rimane positivo. E’ un momento in cui nello sviluppo degli eventi politici dei prossimi 3-6 mesi vanno a risoluzione o a chiarimento si presenteranno delle opportunità di investimento molto interessanti. Sarei cauto sul mercato americano che ha dato il risultati migliori agli investitori negli ultimi anni, ma che probabilmente soffrirà un po’ di più a causa delle tensioni sui tassi di interesse che probabilmente continueranno nei prossimi sei mesi a nostro avviso”.