Consulenza evoluta, un mondo che cambia

18 Novembre 2019 · 3 min

La filosofia di IWBank è quella di adattare i prodotti ai clienti, dando ai propri consulenti la libertà di scegliere senza essere condizionati. A dichiararlo è Paolo Isidoro, responsabile area sviluppo rete di IWBank, che spiega quali novità si attendono per fine anno e per il 2020.

Quali attenzioni pone IWBank alle esigenze di un cliente Wealth?

“In un settore come il nostro, il fatto di avere 50 case prodotto e 4.500 prodotti sottostanti è diventato ormai una commodity. Il vero valore aggiunto dei nostri consulenti è dato dalla libertà di scegliere senza essere condizionati, per cui la nostra filosofia è quella di adattare i prodotti ai clienti e non il contrario. Diamo anche qualche messaggio concreto. Il fatto di appartenere a un gruppo come Ubi Banca per noi è fondamentale. Inoltre, su questo segmento di professionisti, la possibilità di utilizzare del corporate advisor e quindi operazioni particolari per clientela particolare che può trattare elementi di successione, ma anche patrimoniali importanti per chi ha un’azienda, la possibilità di avere private equity, trust, situazioni particolari che possono portare a merger & acquisition oppure lavorare per una quotazione all’Aim, sicuramente sono elementi distintivi dei quali siamo molto orgogliosi”.

Quali novità si attendono per fine anno e quali per il 2020?

“Abbiamo delle novità a cavallo tra la fine dell’anno e il 2020. Tra queste, la più importante è quella della consulenza evoluta, che ci porta ad accompagnare il tema legato alla trasformazione della consulenza finanziaria a consulenza patrimoniale, e quindi ad aprire quello legato a un servizio più evoluto con i temi della successione, della valutazione del patrimonio e dell’immobiliare. Su questo abbiamo realizzato una piattaforma che ha fatto tesoro delle esperienze del passato, che guarda al futuro con una buona flessibilità, perché il nostro è un mercato flessibile importante. Riteniamo che quello che abbiamo costruito possa essere estremamente interessante. Tanto interessante da consentire di entrare nel mondo della consulenza a pagamento, che è una sfida per tutto il mercato e significa puntare molto di più sul servizio che sul prodotto. Riteniamo che per una realtà Wealth come la nostra sia un elemento distintivo e fondamentale”.

A che punto è IWBank in ambito di selezione e quali sono le prospettive future?

“Il 2019 per noi è stato l’anno della svolta per quanto riguarda la crescita. Lo hanno testimoniato gli ingressi che abbiamo avuto nel corso di quest’anno, che sono stati ingressi di profilo, testimoniati anche dalla stampa, a dimostrazione che il modello di business che abbiamo costruito è attrattivo verso il mercato. La testimonianza che posso dare è data dal fatto che ciò che stiamo facendo in questi giorni e faremo nei prossimi mesi – che è figlio di lavoro, sacrifici e investimenti importanti da parte della Capogruppo – sta dando ulteriori conferme. Io mi auguro di riuscire a dare consultivi importanti non soltanto per la fine del 2019 ma anche per quello che faremo nel 2020″.