EVENTO « III° PRIVATE MARKET SUMMIT » Idee per capitali pazienti in un mondo che cambia EVENTO IN DIRETTA REGISTRATI

Stefano Vecchi torna in pista: è il nuovo ceo di Banca Investis | WeWealth

Stefano Vecchi torna in pista: è il nuovo ceo di Banca Investis

Tempo di lettura: 3'
L'ex capo del wealth e private banking di Unicredit prenderà le redini dell'erede di Banca Intermobiliare, sostituendo Claudio Moro

L'ex capo del wealth management e private banking di Unicredit, Stefano Vecchi, sostituirà dal prossimo 15 maggio Claudio Moro come amministratore delegato di Banca Investis (fino al febbraio 2022 Banca Intermobiliare). Lo ha reso noto la società tramite un comunicato ufficiale. Banca Investis è una realtà focalizzata sulla clientela altamente patrimonializzata, attiva in tre aree di business: wealth management, asset management e corporate & investment banking. L'assetto organizzativo prevede l'integrazione sinergica delle tre aree, che sarà sviluppata in una nuova fase con la guida dello stesso Vecchi. Moro, verso il quale la società ha espresso il suo ringraziamento per il lavoro svolto dal 2019, lascerà tutte le cariche nel gruppo Banca Investis “per perseguire nuovi progetti professionali e continuerà a collaborare con Trinity Investments DAC”, azionista unico di Investis, “in qualità di senior advisor”. 


Vecchi era stato in precedenza ceo di Cordusio Sim e ne aveva guidato l'integrazione nella struttura di private banking della controllante Unicredit. Ancora prima Vecchi era stato ceo di Credit Suisse Italia, dopo aver lavorato per dieci anni a Ubs. 


“Voglio ringraziare Claudio [Moro] per le qualità di leader dimostrate nel processo di rilancio, dove ha avuto un ruolo determinante nell’accompagnare il Gruppo Banca Investis verso una posizione di eccellenza”, David Alhadeff, rappresentante di Trinity e vicepresidente del gruppo, “siamo molto contenti dell’arrivo di Stefano [Vecchi], che prende il timone del Gruppo per accelerare la crescita e sviluppo nelle aree di business in cui siamo focalizzati. Stefano rappresenta la generazione emergente del private banking italiano, con una solida esperienza in primarie istituzioni internazionali. Questa scelta rinnova l’impegno di lungo termine di Trinity per lo sviluppo della Banca come leader nell’industria del wealth management italiana”. 


Responsabile per l'area macroeonomica e assicurativa. Giornalista professionista, è laureato in Linguaggi dei media e diplomato in Giornalismo all'Università Cattolica

Cosa vorresti fare?