Family Office: perché scegliere lo strumento della holding

Paola Ragno
6.10.2022
Tempo: 3'
Capita spesso che i Family Office scelgano di strutturarsi come una holding e fungano da “cassaforte di famiglia”, in molti casi non solo di natura fiscale, per gestire il patrimonio di una famiglia imprenditoriale. Scegliere questo strumento può comportare sia vantaggi, come per esempio una gestione più efficiente del patrimonio e delle pratiche legate al passaggio generazionale, sia svantaggi che è necessario valutare attentamente. L'intervista ad Andrea Tavecchio, Founding Partner di Tavecchio & Associati.

La holding rappresenta uno strumento efficiente e flessibile di pianificazione della gestione futura della liquidità e del patrimonio di una famiglia. Dal punto di vista fiscale la scelta di questo strumento risulta vantaggiosa in quanto consente la compensazione tra redditi di capitale e redditi diversi, ma anche una tassazione all’1,2% per i dividendi e, ancora, permette di godere, a determinate condizioni, della PEX (Participation Exemption). Non meno rilevante è il tema del passaggio generazionale che in assenza di una pianificazione puntuale sarebbe un iter difficile da gestire. Quando, invece, non è conveniente optare per una holding? Ci sono novità dal punto di vista normativo in riferimento allo strumento del trust? A margine della presentazione sull’Osservatorio Family Office 2022, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, in collaborazione con il Centro di Family Business Management della Libera Università di Bolzano, è intervenuto sul tema Andrea Tavecchio, Founding Partner di Tavecchio & Associati.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti