Sostenibilità: la certificazione B Corp entra in Borsa

Rita Annunziata
4.2.2021
Tempo di lettura: 3'
L'azienda Reti è la prima emittente tricolore quotata a ottenere la certificazione B Corp, che identifica le società che rispettano i più rigorosi standard di trasparenza e sostenibilità. Eric Ezechieli, co-fondatore ...

A livello mondiale si contano 3.790 B Corp, di cui 115 in Italia

Reti è la prima società quotata tricolore a ottenere la certificazione, con 82.4 punti

La certificazione B Corp sbarca a Piazza Affari. L'azienda Reti, società benefit quotata sul mercato Aim Italia (il sistema multilaterale di negoziazione dedicato alle piccole e medie imprese ad alto potenziale di crescita, regolamentato e gestito da Borsa Italiana, ndr), è la prima e unica emittente tricolore a entrare a far parte del gruppo delle 3.790 società che, a livello globale, intendono “riscrivere il modo di fare impresa, operando secondo un paradigma rigenerativo e con l'obiettivo di creare valore per le persone, le comunità e l'ambiente, parallelamente al perseguimento dei risultati economici”, spiega in una nota. Un riconoscimento giunt...
Considerando, tra l'altro, la possibilità per questi ultimi di esercitare il diritto di recesso. “Proprio negli ultimi giorni, per esempio, Snam ha modificato il proprio statuto sociale. Una mossa ben recepita dagli azionisti, a dimostrazione del fatto che incamminarsi verso una direzione sostenibile e virtuosa non rappresenta necessariamente un rischio. È più un preconcetto”, continua l'esperto. “Reti rappresenta un caso diverso perché era una società benefit già al momento della quotazione. In ogni caso, più che di rischi bisognerebbe considerare uno spazio di opportunità e di miglioramento, nell'avanzare verso una direzione ormai riconosciuta come un imperativo dai principali operatori economici e del mondo finanziario”, conclude.

Paneghini: “Conferma del nostro impegno verso la trasparenza”


Quanto a Reti, il riconoscimento è giunto a conclusione di un rigoroso processo di verifica da parte di B Lab, ente non profit che promuove il modello B Corp in tutto il mondo e che ha misurato la capacità dell'azienda di creare profitto in modo responsabile e positivo per la collettività. La società ha ottenuto un punteggio di 82,4, apice di un percorso avviato nel corso del 2020 attraverso l'adozione dello status giuridico di società benefit che, come anticipato, ha consentito di inserire nell'oggetto societario lo scopo di creazione di valore per gli stakeholder, oltre che per gli azionisti. “Siamo fieri di questo importante traguardo che interessa l'intera azienda in ogni sua divisione”, interviene Bruno Paneghini, presidente e amministratore delegato di Reti. “Questo riconoscimento conferma il nostro impegno a operare con trasparenza, responsabilità, interdipendenza e inclusione e ci sprona a proseguire nelle pratiche e nei comportamenti virtuosi che sono alla base del nostro progetto di crescita e del nostro modo di fare impresa”.

Caro lettore,
per continuare ad informarti con i nostri contenuti esclusivi accedi o registrati GRATUITAMENTE!

Solo così potrai:

  • Continuare ad informarti grazie ai nostri contenuti come articoli, guide e white papers, podcast, dirette
  • Richiedere di essere contattato da un esperto
  • Fare una domanda sulla gestione del tuo patrimonio ed entrare in contatto con i migliori e esperti del settore GRATUITAMENTE
  • E tanto altro ancora

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti