Giornata mondiale dell'ambiente: investire sul futuro conviene

Tempo di lettura: 2'
John William Olsen, manager del fondo M&G (Lux) Positive Impact di M&G Investments, in occasione della giornata mondiale dell'ambiente: investire sul nostro futuro non è una moda, ma una tendenza strutturale

Ogni anno, l'asma uccide 180.000 persone in tutto il mondo, con centinaia di milioni in più di persone colpite dalla malattia. I governi affrontano il problema, ma i costi sono elevati

Per gli investitori retail però è sempre più spesso possibile trovare il modo di contribuire maggiormente alle sfide sociali e ambientali, puntando al tempo stesso ad un rendimento finanziario a lungo termine

Investire sull'ambiente significa investire sul bene più prezioso: il nostro futuro. John William Olsen, manager del fondo M&G (Lux) Positive Impact di M&G Investments, in occasione della giornata mondiale dell'ambiente, sottolinea che la dimensione dell'impegno necessario per finanziare adeguatamente le sfide ambientali mondiali è un problema innegabile. Non solo per i governi ma anche per gli investitori.

Il tema della Giornata mondiale dell'ambiente di quest'anno, ospitata dalla Cina, è stato l'inquinamento atmosferico. Sottoprodotto della crescente urbanizzazione e industrializzazione, l'inquinamento atmosferico continua ad avere un impatto negativo sia sull'ambiente che sulla salute. Ogni anno, l'asma uccide 180.000 persone in tutto il mondo, con centinaia di milioni in più di persone colpite dalla malattia. Tutti i governi stanno affrontando questa problematica. Ma il costo del mantenimento di un'aria pulita continua a salire: 50 miliardi di dollari in tutto il mondo.

Investire sull'ambiente: una questione di "retail"


Per gli investitori retail però è sempre più spesso possibile trovare il modo di contribuire maggiormente alle sfide sociali e ambientali, puntando al tempo stesso ad un rendimento finanziario a lungo termine. Gli investimenti ad impatto positivo mirano a combinare il profitto con i propositi. Molte delle società che M&G detiene stanno lavorando seriamente per impegnarsi su questo fronte in maniera concreta.

Le attività operative di China Everbright International nel campo della gestione dei rifiuti e dei servizi per l'ambiente idrico, ad esempio. Esse fanno sì che l'azienda si sia allineata al 13° piano quinquennale cinese, richiedendo misure di protezione ambientale più rigorose. Oppure l'azienda danese Ørsted, leader in Europa nella riduzione dell'utilizzo di fonti di energia contaminanti e nel guidare il passaggio all'energia pulita attraverso parchi eolici offshore.

ALK-Abelló infine è un'altra azienda danese specializzata in immunoterapia allergenica nei bambini come mezzo per ridurre l'asma. Tutte e tre le partecipazioni dimostrano come gli investitori possono ricercare un impatto positivo diretto o indiretto sull'ambiente, oltre che un ritorno finanziario, sottolinea il gestore.

Investire sul nostro futuro non è una moda


Con l'avvento di una maggiore consapevolezza ambientale e sociale, sostenuta da un crescente cambiamento normativo, l'investimento responsabile è ora un punto chiave nell'agenda dei governi, delle istituzioni e degli investitori quotidiani. La spinta verso l'allineamento degli obiettivi finanziari e sostenibili significa che a quest'area di investimento non può più essere assegnato lo status di "moda". Fa parte di una tendenza in crescita che è destinata a durare nel tempo.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti