Sam Francis, Phillips lo porta in Asia grazie a "Perpetual Colours"

Teresa Scarale
Teresa Scarale
11.9.2018
Tempo di lettura: 3'
Hong Kong ospita, fino al 20 settembre 2018, l'asta di Phillips "Sam Francis, Walasse Ting & Ayako Rokkaku: Perpetual Colours". Un vero e proprio ponte che unisce le due sponde del Pacifico all'insegna di colori vividi ed ecumenici

La perpetuità del colore raggiunge l'estremo oriente

La tradizione cinese incontra l'irriverenza dell'espressionismo. Per amicizia

Cos'hanno in comune i manga giapponesi e l'action painting?

sam-francis-phillips-asia_0
Walasse Ting (1919 - 2010), She is Dahlia, I'm Daffodil, 1974. Prezzo di partenza, 370.000 dollari di HK

L'action painting di Sam Francis attraversa il Pacifico


Fine estate in bellezza ad Hong Kong. La mostra mercato tenuta dalla casa d'aste Phillips terminerà infatti il 20 settembre 2018. In corso dal 6 settembre, l'esposizione vede protagonista il colore pulsante del californiano Sam Francis (1923 - 1994), esponente di spicco della pittura statunitense post bellica nella corrente dell'espressionismo astratto.

I motivi della scelta


A parlare è il vice presidente e capo delle vendite private di Phillips, Miety Heiden. "'Perpetual Colours porterà una selezione di opere iconiche di Sam Francis, mostrando il suo legame di lunga durata con l'uso del colore e della luce, risultanti in opere di grande impatto per ricchezza e vibrazione".

Walasse Ting


"Insieme con i suoi, esporremo anche i quadri del suo discepolo e amico Walasse Ting. Come il suo maestro, Walasse è forte nell'applicazione del colore". Autoproclamatosi "ladro di fiori", Ting si contraddistingue per la forza erotica e romantica dei suoi dipinti, sicuramente passionali. La tecnica pittorica tradizionale cinese vi è incorporata, senza tuttavia cannibalizzare il suo lavoro.

Ayako Rokkaku


"A definire questi due maestri del XX secolo è Ayako Rokkaku, artista della generazione contemporanea. Nella pittura di Rokkaku gli adolescenti sono dipinti con braccia lunghe e grandi occhioni spalancati nello stile degli anime giapponesi, uno stile enfatizzato dall'uso di colori brillanti, forme e dettagli semplici". La giovane pittrice giapponese (dipinge dal 2002) adopera colori acrilici a mani nude su fogli di cartoncino. Tiene inoltre un diario personale online, occasione unica per osservare da vicino l'evolvere del suo genio creativo. ll contatto con il pubblico si rivela essenziale per questa artista, non estranea alle "performance painting", che tiene durante le fiere d'arte.
sam-francis-phillips-asia_2
Sam Francis, Untitled, 1958, MoMA, NYC

Asia, continua a crescere la domanda per le belle arti


La casa d'aste conferma poi che l'interesse nei confronti nei confronti dell'arte asiatica ed americana non è mai stato così intenso e che i quadri esposti perpetuano il dialogo intergeografico in atto nel mercato dell'arte. E' grazie a questo interesse che Phillips ha scelto di organizzare campagne di vendita anche al di fuori della classica stagione delle aste, e la scelta di quest'ultimo nome, Perpetual Colours, è quato mai calzante.

 
sam-francis-phillips-asia_4
Ayako Rokkaku, Untitled, 2014
caporedattore

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti