Arte Ubi Banca si potenzia con Instagram e un sito tutto nuovo

Teresa Scarale
Teresa Scarale
24.10.2018
Tempo di lettura: 3'
L'importante banca italiana, come molte sue "colleghe" rafforza il suo impegno per la tutela e la valorizzazione del nostro patrimonio artistico, con alcune graditissime sorprese, che rispondono ai nomi di...

Una collezione che corre nel tempo e anche nella geografia. Dal Legnanino a Anish Kapoor, passando per Alighiero Boetti e Yan Pei Ming

“Invito a Palazzo” ogni giorno dell'anno

Arte Ubi Banca ha lanciato il suo nuovo sito. Un avamposto virtuale della per la valorizzazione del patrimonio artistico della banca e naturalmente per la promozione delle sue principali iniziative in ambito culturale.

Dal Vanvitelli a Olafur Eliasson


La collezione è composta da più di seimila opere realizzate tra il XIV e il XXI secolo. Queste provengono dalle raccolte degli istituti incorporati nel gruppo nel corso degli anni, in molti casi non fruibili, così come gli edifici nelle quali sono custodite.

Gli Antichi Maestri


La collezione Ubi comprende affreschi trecenteschi e quattrocenteschi, sculture di alta epoca, dipinti del Rinascimento bresciano e bergamasco (Moretto, Savoldo, Romanino, Previtali), del Seicento e del Settecento lombardo, romano e napoletano (Legnanino, Vanvitelli, Caracciolo, Preti, Solimena, Giordano). Oltre a carte e tele delle diverse scuole e movimenti dell'Ottocento (Inganni, Fattori, Lega).

I moderni e i contemporanei


La sezione più cospicua della collezione comprende però opere del XX-XXI secolo, le quali testimoniano l'evoluzione dell'arte italiana e internazionale. Da Umberto Boccioni a Alighiero Boetti, da Anish Kapoor a Yan Pei Ming,
da Rudolf Stingel a Wolfgang Tillmans e Olafur Eliasson, la collezione riluce di alcuni dei più bei nomi in quest'ambito.

I progetti di Arte Ubi Banca


Arte Ubi Banca vuole essere fra i cardini della tutela del patrimonio artistico nazionale. Per questo motivo il gruppo sostiene con continuità varie iniziative, soprattutto per mezzo di erogazioni liberali e sponsorizzazioni.

Porte aperte all'arte


Gli obiettivi del nuovo sito sono due:

  1. da un lato, aprire virtualmente le porte delle sedi della banca per far conoscere e rendere disponibili a tutti il suo patrimonio artistico.

  2. Dall'altro, quello di dare visibilità ai principali appuntamenti e progetti culturali sostenuti da Ubi.


Il nuovo sito è online dallo scorso 6 ottobre. Data non casuale, dato che è stata la giornata in cui si è svolta la manifestazione “Invito a Palazzo”. Si tratta dell'appuntamento annuale promosso da Abi, il quale ha consentito a più di tremila persone di visitare sette palazzi storici di Ubi Banca, aperti al pubblico per l'occasione su tutto il territorio nazionale. Il 13 e il 14 ottobre poi la banca ha partecipato alle Giornate d'autunno del Fai, aprendo Palazzo Litta Modignani a Milano. I visitatori sono stati circa 2500. Il sito vuole idealmente porsi in continuità con queste iniziative.

La struttura del nuovo sito



  • La prima parte dei contenuti del sito è dedicata alle news. Qui, trovano spazio notizie e aggiornamenti su mostre, festival, premi, appuntamenti teatrali e musicali e altre manifestazioni di particolare interesse.

  • La seconda parte è dedicata alla collezione d'arte di Ubi Banca. Sul sito sono disponibili le schede storiche, fotografiche e tecniche dettagliate di 300 opere tra le più rilevanti della raccolta e custodite nelle diverse sedi della banca su tutto il territorio nazionale. Opere che altrimenti, nella maggior parte dei casi, oggi non sarebbero visibili.


La collezione è navigabile sia attraverso percorsi cronologici, sia attraverso percorsi tematici. Le sezioni e i relativi contenuti andranno poi ad arricchirsi nel corso dei prossimi mesi, arrivando a rendere disponibili le schede dettagliate di molte altre opere, con nuovi percorsi tematici e chiavi di lettura.

Senza dimenticare il real estate artistico


Fanno inoltre parte del patrimonio artistico della banca gli edifici dove le raccolte hanno sede. Si parla di immobili di Giuseppe Piermarini, Marcello
Piacentini, Gio Ponti, Luigi Caccia Dominioni e Vittorio Gregotti. I relativi apparati decorativi e gli archivi storici, tra cui l'Archivio storico del Monte di Pietà di Milano, l'archivio storico della Banca Popolare di Bergamo e di Banca Etruria.

L'account Instagram


Parallelamente al sito, è stato lanciato anche il canale Instagram (@arteubibanca), del resto incoronato piattaforma social del cuore dall'odierno mondo dell'arte. L'account è stato disegnato per rendere più vivace e fruibile il mondo dell'arte di Ubi Banca. Gli art lovers di Instagram potranno cibarsi, post dopo post, di tutte le opere della collezione, ma non solo. Ubi promette di aggiornare con la dovuta frequenza le stories di tutti i loro nuovi, stuzzicanti progetti.
arte-ubi-banca-instagram_1
Per le feste natalizie, dal 30 ottobre 2018 al 20 gennaio 2019, il Museo Diocesano di Milano ospiterà l'Adorazione dei Magi di Paolo Veronese, uno dei protagonisti del Rinascimento veneziano
caporedattore

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti