Art Basel Hong Kong 2021, Damien Hirst riapre le danze

Tempo di lettura: 3'
La fiera d'arte internazionale Art Basel Hong Kong 2021 ha aperto le porte ai visitatori in presenza e online il 21 maggio 2021 e fino al 23 maggio. E i biglietti sono andati esauriti già da settimane
Le principali gallerie asiatiche e alcune tra le migliori gallerie internazionali partecipano a Art Basel Hong Kong 2021 che per l'occasione ritorna al Convention and Exhibition Centre. Sono in totale 104 gli espositori da 23 paesi divisi nei settori Gallerie, Approfondimenti e Scoperte. La fiera ha aperto al pubblico il 21 maggio e terminerà domenica 23. Attiva anche la partecipazione da remoto con gallerie che presentano le loro proposte online in 56 sale di visualizzazione dedicate e presidiate da personale della fiera. Una video-trasmissione con gli eventi e le novità quotidiane è visionabile sulla piattaforma digitale di Art Basel Hong Kong 2021. Non possono mancare le online viewing rooms per gli utenti digitali collegati dal web con possibilità di visualizzare le opere appese alle pareti degli stand in fiera. Tutti esauriti da settimane invece i biglietti per la partecipazione in presenza.
Diverse gallerie internazionali hanno unito le forze per allestimenti collettivi. Tra queste vi è il progetto “Italians” sostenuto dall'Istituto Italiano di Cultura di Hong Kong, guidato dal direttore Stefano Fossat. Si tratta di uno stand collettivo di 8 importanti gallerie italiane. L'iniziativa italiana nel suo complesso si traduce in una mostra collettiva finemente progettata dal titolo ITALIANS e curata dallo storico dell'arte e curatore italiano Fabio Cavallucci, noto nella zona per essere uno dei principali curatori della Bi-City Biennale of Architecture and Urbanism di Shenzhen 2019 e Hong Kong.

Al progetto hanno aderito otto delle più importanti gallerie italiane quali: Alfonso Artiaco da Napoli, Galleria Cardi di Milano, Galleria Continua con sedi a San Gimignano, Pechino, Boissy-le-Châtel, L'Avana, Parigi, Roma e San Paolo; MASSIMODECARLO con filiali a Milano, Hong Kong, Londra e Parigi; Galleria Maggiore gam di Bologna; Galleria Franco Noero di Torino; Mazzoleni con sedi a Torino e Londra; Rossi & Rossi con sedi a Hong Kong e Londra.
ITALIANS presenta opere di alta qualità da tutte le gallerie partecipanti per celebrare l'ampia gamma della produzione artistica italiana tra i quali Giorgio Morandi, Lucio Fontana, Michelangelo Pistoletto, Giulio Paolini e Giovanni Anselmo, maestri di Arte Povera e Nicola De Maria della Transavanguardia; insieme agli ex giovani artisti ormai famosi in tutto il mondo Paola Pivi e Francesco Vezzoli.

In esposizione altre opere su vari media di Getulio Alviani, Massimo Antonaci, Bertozzi & Casoni, Alberto Biasi, Agostino Bonalumi, Vittoria Chierici, Lara Favaretto, Martino Gamper, Gian Marco Montesano, Luigi Ontani, Mimmo Rotella, Serse ed Elisa Sighicelli.
Correlata a tale progetto è “Italian Style” un'iniziativa più ampia per celebrare l'arte, il design e la moda italiani e che prevede mostre, interviste, convegni e iniziative online.

Nel primo giorno di apertura al pubblico dell'esposizione le vendite si sono concentrate sugli artisti asiatici ed in particolare sulle opere dell'artista Hum Kyu Kim della Corea del Sud rappresentato dalla galleria francese High Art. Ben sette i suoi lavori venduti in appena un giorno. Buona le vendite anche per i lavori dell'artista cinese Rao Fu rappresentato da Mind Set Art Center di Taipei e dell'artista Ha Chong-Hyun della Corea del Sud rappresentato da Kukje Gallery di Seul.

Tra gli artisti occidentali le prime vendite sono andate a beneficio delle opere dell'artista svedese Andreas Eriksson rappresentato dalla galleria Neugerriemschneider di Berlino. Ma è di Damien Hirst uno dei lavori più importanti venduti nella prima giornata. Si tratta dell'opera “Martyr”, 2019, un grande mosaico di farfalle su tela, venduta da Gagosian.

alessandro@we-wealth.com
art-basel-hong-kong-2021-damien-hirst-riapre-danze_7
Opinione personale dell’autore
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo. WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.
Specializzato in diritto tributario presso la Business School de Il Sole 24 ore e poi in diritto e fiscalità dell’arte, dal 2004 è iscritto all’Albo degli Avvocati di Milano ed è abilitato alla difesa in Corte di Cassazione. La sua attività si incentra prevalentemente sulla consulenza giuridica e fiscale applicata all’impiego del capitale, agli investimenti e al business. Collabora da più di un decennio con uno studio boutique del centro di Milano.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti