Oltre 40 milioni di euro per la nipote di Matisse

Teresa Scarale
Teresa Scarale
19.4.2022
Tempo di lettura: 3'
Non solo opere del celebre nonno nell’asta Collection Jacqueline Matisse Monnier di Christie’s Parigi. La vendita ha anche stabilito un nuovo record per una serigrafia dell’artista

Jacqueline Jackie Matisse Monnier (1931-2021) era nipote di Henri Matisse, figlia del gallerista Pierre Matisse e di Alexina Teeny, figlioccia di Joan Mirò e, in seguito al divorzio dei genitori, figliastra di Marcel Duchamp. Artista lei stessa, mise insieme durante la sua vita fra Parigi e New York una notevole collezione di opere d’arte.

Quella collezione, 78 opere, a mano di un anno dalla sua scomparsa è stata messa in vendita dagli eredi da Christie’s Parigi, e ha totalizzato oltre 40 milioni di euro (tasso del venduto 94% per numero di lotti, 96% per il valore). Un insieme di quadri, sculture, foto e oggetti che i collezionisti più raffinati aspettavano da tempo. Frutto della sua nascita e alle sue frequentazioni. Mentre studiava letteratura alla Sorbonne, Jackie frequentava spesso lo studio di Constatin Brâncusi, maestro di sua madre quando era studentessa all’Académie de la Grande Chaumière. Nella sua esistenza sarebbe stata in confidenza anche con John Cage, David Tudor, Jasper Johns, Niki de Saint Phalle, Robert Rauschenberg, Claude e François-Xavier Lalanne.

F-X Lalanne, Hippopotame I, 1968-1969, Résine stratifiée et laiton. Christie's Images Limited 2022

Tredici i lotti aggiudicati a oltre un milione di euro. Le sole opere del nonno Henri Matisse hanno incassato quasi 14 milioni di euro (13.753.590€). Top lot della serata è stato Nymphe et faune rouge, un olio e matita su tela di Henri Matisse passato di mano per 5.185.500 euro (quasi tre volte la stima iniziale).

Matisse, Nymphe et faune rouge, 1935, huile et crayon Conté sur toile. Christie's Images Limited 2022

Sempre di Matisse, il lotto di apertura della serata, un delicato ritratto della nipote, volato via al prezzo di 214.200 euro, cifra che ha quintuplicato la valutazione iniziale. In vendita, anche due quadri particolarmente cari al nonno di Jackie, Océanie, le Ciel and Océanie, la Mer.

Henri Matisse, Océanie, le Ciel 

Il primo è stato aggiudicato per 4.002.000 euro, il secondo per 2.082.000. Océanie, le Ciel, serigrafia su lino, è valso all’artista il record mondiale nel suo genere.

Henri Matisse, Océanie, la Mer  

Presente in collezione anche il monocromo IKB 183 di Yves Klein, venduto a 2.922.000, tre volte la stima di partenza. Per Klein, si è trattato del record di aggiudicazione su territorio francese. 


Y. Klein, IKB 183, 1959, pigment pur et résine synthétique sur toile. Christie's Images Limited 2022

La raccolta, simbolo della vita trascorsa da Jacqueline nell’arte assoluta, includeva anche Petit buste d’homme di Alberto Giacometti, venduto per 3.042.000 euro, come pure Porte-manteau au Hibou di suo fratello Diego Giacometti, aggiudicato per 2.202.000.

 

Alberto Giacometti, Petit buste d’homme, 1950 bronze peint, 22.1cm. Christie's Images Limited

Poi, Finissez ce que j’ai commencé dipinto da Yves Tanguy nel 1927, passato di mano per 1.692.000 euro. Infine, Etude di Simon Hantaï, un delicato olio su tela (1.362.000) e L’Homme et l’Oiseau del padrino di Jacqueline, Joan Miró, venduto per 1.602.000.


Miro, L’Homme et l’oiseau, 1935, gouache et aquarelle sur fusain sur papier, 36.2 x 30.2 cm. Christie's Images Limited 2022

Caporedattore della sezione Pleasure Asset di We Wealth. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline economiche e sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia e mercati dell’arte. È in We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti