Hong Kong, aste di primavera: una serata da record

Giulia Bacelle
Giulia Bacelle
28.4.2022
Tempo di lettura: 3'
Dal ritratto di Dora Maar di Pablo Picasso alla scultura di Louise Bourgeoise, fino al diamante blu di De Beers: il successo delle aste primaverili di Sotheby's Hong Kong
Le incertezze legate alle nuove ondate della pandemia in Asia intimoriscono le economie della regione, ma non il mercato dell'arte. Quelli che arrivano dalla Modern evening auction e dalla Contemporary evening auction di Sotheby's Hong Kong, tenutesi entrambe il 27 aprile scorso, sono infatti risultati da record, grazie a diversi lotti venduti sopra la soglia dei 13 milioni di dollari (100 milioni in valuta locale). Complessivamente, infatti, le due aste hanno totalizzato $164,2 milioni di dollari e un tasso di venduto medio del 96,3%. Forte la presenza dei collezionisti asiatici, che si sono aggiudicati il 73% dei lotti offerti. Insieme all'ultima vendita della serata, De Beers Blue, organizzata specificatamente per il magnifico diamante blu da 15,10 carati, le due aste hanno portato al più alto risultato raggiunto da Sotheby's Hong Kong in una sola serata, ovvero 221,8 milioni di dollari.

Il successo del ritratto di Dora Maar di Picasso


Per quanto riguarda le opere del periodo moderno, la Modern evening auction ha realizzato un totale di 69,2 milioni di dollari (contro un 52,5-75,9 milioni di dollari di stime pre asta) e un 94,4% di sell-through. Circa il 60% dei lotti ha superato la propria stima massima e quasi la metà è stata aggiudicata a collezionisti che hanno partecipato all'asta da remoto. Alcuni record sono stati raggiunti da diversi artisti, tra cui per un dipinto di Le Pho ($2,3 milioni) e per un lavoro su carta di Lalan ($176 mila). Straordinari i risultati da alcuni lotti, tra cui il ritratto della fotografa surrealista, musa e amante di Pablo Picasso, Dora Maar, aggiudicata da un collezionista giapponese per 21,6 milioni di dollari, il secondo prezzo più alto per un dipinto dell'artista spagnolo nel continente asiatico.


Pablo Picasso, Dora Maar, $21,6 milioni
Courtesy: Sotheby's


 


Le Pho, Jeune fille au chat blanc, $2,3 milioni
Courtesy: Sotheby's


 


Lalan, Les ombers bleu les montes bleu, $176 mila
Courtesy: Sotheby's

Spider IV di Bourgeoise, la scultura più costosa in Asia


Ottimi risultati anche per la Contemporary evening auction, che con un 98,1% di sell-through ha totalizzato 95,1 milioni di dollari (contro un 75,1-102,1 milioni di stime pre asta). Interessanti le demografiche dei collezionisti che hanno partecipato all'asta: circa il 25% dei compratori aveva infatti meno di 40 anni. Il dato sottolinea la vivace scena artistica dei Millennials asiatici, attivi partecipanti al mercato dell'arte nella regione, interessati soprattutto ai giovani emergenti. A questo fattore si devono i risultati di Josephine di Anna Weyant, aggiudicato per oltre 10 volte la stima massima per un totale di 513,8 mila dollari e di Louise Bonnet, il cui The Ice Skater ha superato la stima massima di circa 12 volte per un totale di 573,5 mila dollari. A guidare l'asta il risultato stellare di Louise Bourgeoise, Spider IV, all'asta per 16,5 milioni di dollari. L'opera rappresenta la scultura più costosa mai venduta in Asia.

 


Louise Bonnet, The Ice Skater, $573,5 mila
Courtesy: Sotheby's


 


Anna Weyant, Josephine, $513,8 mila
Courtesy: Sotheby's


 


Louise Bourgeois con la versione in acciaio di Spider IV, nel 1996
Foto di Peter Bellamy, Artwork © 2022 The Easton Foundation,
Licensed by VAGA at Artists Rights Society (ARS)

Courtesy: Sotheby's


 


De Beers Blue, diamante blu da 15,10 carati, $57,5 milioni
Courtesy: Sotheby's

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti