Banksy, lamiera si prepara al record da Christie’s

Teresa Scarale
Teresa Scarale
8.4.2022
Tempo di lettura: 3'
Diamond In The Rough, diamante allo stato grezzo. È uno sportello di camion, pura sintesi dell’anarchia street art. Un pezzo raro e particolarmente ricercato del misterioso artista

Maggio, come novembre, è il mese per eccellenza delle aste blue chip. Nella tipica ritualità primaverile del mercato pubblico dell’arte, proliferano le anticipazioni dei lotti più appetibili che a New York occuperanno la scena della tradizionale sede di Christie’s al Rockefeller Center. Diamond In The Rough (Diamante allo stato grezzo, 2010) dell’inacciuffabile Banksy sarà uno dei lotti per cui probabilmente i collezionisti combatteranno di più durante la 21st Century Evening Sale della casa d’aste. Si tratta di una lamiera, di uno sportello di camion, per l’esattezza. Secondo le stime, potrebbe incassare fra i 3.000.000 e 5.000.000 di dollari, pagabili anche in criptovalute.

Il sapore ribelle dell’arte di strada c’è tutto: il writer sceglie di disegnare – con la sua tipica tecnica dello stencil – una ragazzina con un diamante in mano su una superficie già occupata da coloratissimi graffiti. La bambina è nella parte bassa della lamiera. Col suo sguardo ammirato osserva la gemma scintillante nella sua mano. I trattini che emanano dalle sfaccettature del diamante ricordano l’ironia delle opere di Keith Haring, per certi versi ritenibile un precursore di Banksy. 


Il Diamante allo stato grezzo vanta già un pedigree di tutto rispetto. Ha fatto parte della grande retrospettiva 2010 del MOCA Art in the Streets. Fu in occasione di quella mostra che l’attuale proprietario acquistò l’opera, poi rimasta nella stessa collezione fino a oggi.

Nello stesso periodo Banksy produsse un disegno simile nella periferia di Detroit, di cui però non v’è più traccia. In quanto “critico della società e del capitalismo” il writer di Bristol “continua a spingere i limiti nel ricontestualizzare il significato storico della street art”, afferma Ana Maria Celis, a capo della 21st Century Evening Sale di Christie’s. “Muri, porte e detriti vari attivati da Banksy con i suoi stencil, spray, pennelli sono incantevoli. Sono in grado di parlare simultaneamente a un momento specifico della cultura contemporanea e di rendere omaggio a quell’organismo vivente che è la metropoli”.

Caporedattore della sezione Pleasure Asset di We Wealth. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline economiche e sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia e mercati dell’arte. È in We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti