MIA Photo Fair 2018: la fotografia d'autore conferma il proprio successo

Teresa Scarale
Teresa Scarale
13.3.2018
Tempo di lettura: 6'
Si è conclusa ieri a Milano l'ottava edizione della fiera internazionale d'arte contemporanea dedicata alla fotografia e all'immagine in movimento. Un successo di pubblico e di vendite.

I numeri e i protagonisti della prestigiosa manifestazione artistica milanese.

Le premiazioni.

mia-photo-fair-2018-la-fotografia-dautore-conferma-il-proprio-successo_0
Giovanni Gastel, courtesy MIA Art Fair


25.000 visitatori in quattro giorni (dal 9 al 12 marzo), oltre l'80% di espositori che hanno concluso affari. Sono i numeri dell'ottava edizione di MIA Photo Fair, la fiera internazionale milanese dedicata alla fotografia d'arte creata dalla dedizione di Fabio Castelli e Lorenza Castelli, che ne sono anche i direttori. Grande movimento di pubblico, sempre più attento e appassionato; grande vivacità, anche economica. Tra gli espositori che hanno registrato buoni risultati di vendite, le milanesi Admira, 29 Arts in Progress, mc2 gallery, Officine dell'Immagine, Galleria Blanchaert, GVF Gallery, MADE4ART, Still Fotografia e nuova galleria Still Young, attiva nel sostenere i giovani artisti tra i 18 e 25 anni. E poi anche la Galleria Massimo Minini di Brescia, con il lavoro inedito Joie de vivre di Letizia Cariello; la torinese Photo & Contemporary con una selezione di maestri quali Giovanni Gastel, Gabriele Basilico, Franco Fontana. Ancora, la Bel Air Fine Art di Venezia, TRAFFIC Gallery di Bergamo, MLB Maria Livia Brunelli di Ferrara, la pisana Passaggi Arte Contemporanea. Fra gli espositori internazionali hanno registrato risultati positivi la belga Atelier Relief, l'ungherese Tobe Gallery, le parigine Galerie Frederic Got e Courcelles Art Contemporain, e la berlinese Luisa Catucci Gallery.




mia-photo-fair-2018-la-fotografia-dautore-conferma-il-proprio-successo_2
Letizia Cariello, courtesy MIA Photo Fair

Premi e vincitori - MIA Photo Fair 2018


Il Premio BNL Gruppo BNP Paribas è andato a Letizia Cariello per il progetto dal titolo Joie de Vivre, presentata dalla Galleria Massimo Minini di Brescia. Il premio è un riconoscimentoconcreto al migliore tra gli artisti che hanno presentato i propri lavori tramite le gallerie d'arte. Quest'anno il premio è stato assegnato a Letizia Carriello “perché l'artista con il suo progetto concettuale di ampio respiro, ci consegna una reinvenzione della fotografia nell'arte contemporanea utilizzando un metalinguaggio, introducendo una narrazione basata sulla sensitività, recuperando la memoria personale di una coppia che ha vissuto gli anni '60 in un clima di lusso e spensieratezza a Saint-Tropez. Il dato della memoria viene rielaborato con lo scorrere di frame di immagini che emergono da cassettini nei quali anche noi possiamo ritrovare ricordi personali di momenti gioiosi”.


Il Premio Archivi Aperti è invece andato all'Archivio Carla Cerati. Si è ritenuto “interessante e significativo lo sguardo dell'autrice, fotografa, intellettuale e scrittrice, espressione di una memoria personale e sociale di grande rilevanza culturale. Carla Cerati è scomparsa nel quasi silenzio. Il premio è un segnale forte e intende salvaguardare la memoria del suo sguardo impresso indelebilmente negli scatti di un'Italia che cambia, recita, pensa, lotta, soffre, e danza”. Non bisogna inoltre dimenticare la fondamentale importanza che l'archivio riveste per la città di Milano. Il lavoro di Carla Cerati è un bene comune da tutelare, un patrimonio iconografico di fondamentale importanza, una preziosa testimonianza delle mutazioni avvenute nella cultura e nella vita sociale del nostro Paese. Il Premio Archivi Aperti, alla sua prima edizione, consiste in una sovvenzione per gli interventi di conservazione e tutela dell'archivio vincitore. Esso è stato istituito anche grazie al contributo della casa di orologeria svizzera Eberhard & Co., con il patrocinio di Rete Fotografia e IO Donna.

mia-photo-fair-2018-la-fotografia-dautore-conferma-il-proprio-successo_4
Gian Paolo Barbieri, courtesy MIA Photo Fair
La fiera ha poi ospitato la seconda edizione del Premio RaM Sarteano, nato dalla collaborazione tra MIA Photo Fair e il Comune di Sarteano (SI). I vincitori sono stati Niccolò Aiazzi, Lucrezia Roda, Edward Rozzo, Ulderico Tramacere e Stefano Zardini. Per coloro alla perenne ricerca di pleasure asset su cui investire, si è tenuta poi l'utile conferenza FOCUS LEGAL & TAX. Gli esperti degli studi milanesi Negri-Clementi e Tremonti Romagnoli Piccardi e Associati hanno qui illustrato le modalità giuridico-fiscali della gestione di una collezione d'arte, dal diritto d'autore alla successione. Una riuscita a tutto tondo per MIA Photo Fair 2018, che guarda già alla prossima edizione.
caporedattore

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti