L'archeo nft è qui: il primo mai coniato andrà in asta

Teresa Scarale
Teresa Scarale
10.5.2021
Tempo di lettura: 2'
Che sia una bolla o meno, il mercato artistico degli nft non accenna a restringersi, anzi. A inizio giugno Sotheby's metterà in vendita i file più “antichi” mai ideati. Crogiuolo di codici e arte figurativa
Quantum (2014) di Kevin McCoy è primo non fungible token artistico mai creato. Sotheby's lo metterà in vendita dal 3 al 10 giugno 2021 nell'asta “Digitally Native”, in quella che è diventata una vera e propria disfida con la rivale Christie's, detentrice del record di quasi 70 milioni di dollari con Beeple e il suo The first 5000 Days.
Nel 2014 solo pochi addetti ai lavori avevano idea di cosa fosse la blockchain. Kevin McCoy invece non solo ce l'aveva, ma ne aveva colto il potenziale artistico. McCoy e il suo collaboratore – il tecnologo Anil Dash – decidono quindi di mettere insieme la tecnologia dei blocchi e opere d'arte digitali. Battezzano così la “grafica monetizzata” o i “monegrafici” (monegraphs). Quantum, fatta interamente di codici, è un'opera generativa. Ossia, assume in autonomia nuove forme senza che il suo ideatore le abbia decise all'inizio. «Visivamente suggerisce che un nuovo mondo sta venendo ad esistenza. E questo mi piace», confessa l'artista stesso ad Artnet. «Sette anni fa nessuno capiva di cosa stessi parlando. Ma io sapevo di essere di fronte a un'idea rivoluzionaria. Oggi è gratificante vedere che il mondo inizia a pensarla allo stesso modo».
La casa d'aste non ha comunicato la stima di rito, ma ha fissato il prezzo iniziale dei rilanci a 100 dollari. Numero simbolico che non impatterà sul risultato, come sempre accade nelle aste: «Il mercato fa sempre il suo prezzo», rivelò una volta un addetto ai lavori a chi scrive. Ad ogni modo, lo scorso marzo Axios stimava l'opera a più di sette milioni di dollari.
archeo-nft-primo-mai-coniato-andra-asta_3
Larva Labs, CryptoPunk #7523 (2017). Courtesy of Sotheby's
Fra i lotti in vendita figurano anche CryptoPunk #7523 del 2017 e il recentissimo (2021) The Shell Record della britannica Anna Ridle. Si tratta di una conchiglia generata da un meccanismo di intelligenza-macchina, una figura in continua evoluzione a simboleggiare le origini preistoriche della moneta, quando le conchiglie erano usate come mezzo per il baratto. Altri pezzi si aggiungeranno all'asta Digitally Native prima del suo inizio. La vendita è co-curata da Robert Alice, primo artista nft a vendere una sua opera in asta da Christie's per 131.000 dollari (Block 21 (42.36433° N, -71.26189° E), codice esadecimale Bitcoin).
archeo-nft-primo-mai-coniato-andra-asta_6
Anna Ridler, The Shell Record (2021). Courtesy of Sotheby's
caporedattore

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti