Luca Pacioli, la sua Summa de Arithmetica all'asta

Teresa Scarale
Teresa Scarale
21.2.2019
Tempo di lettura: 2'
Il papà della partita doppia e coinquilino a Milano di un certo Leonardo da Vinci sarà protagonista a giugno della ormai mitologica Fine Books & Printed Manuscripts sale di Christie's, in quel di New York

La quotazione di partenza si aggira fra il milione e il milione e mezzo di dollari

Non solo contabilità. Fra' Luca Pacioli fu anche un pioniere nel calcolo delle probabilità, paragonato oggi dalla responsabile manoscritti di Christie's a Machiavelli e a Leonardo per dare un'idea della portata del suo pensiero nelle moderne scienze economiche

Dal 21 febbario 2019 e fino a maggio, il libro sarà in tour promozionale nelle piazze internazionali più ambite, da Londra ad Hong Kong, passando per San Francisco

L'italiano Fra Luca Bartolomeo de Pacioli, o anche Paciolo (1447-1517), matematico ed economista, fu autore di un'opera miliare per tutto il management mondiale dei secoli successivi: il Summa de Arithmetica. Fu infatti in queste pagine che vide la nascita il concetto geniale della partita doppia, croce e delizia di ogni contabile e non soprende allora che questo testo sarà protagonista di un'asta a lotto singolo dal titolo Summa de Arithmetica: The Birth of Modern Business, in apertura della Fine Books & Printed Manuscripts sale di Christie's New York, il 12 giugno 2019.

L'opera di Luca Pacioli


Il libro fu pubblicato nel 1494, due anni dopo lo sbarco di Cristoforo Colombo nelle Americhe. La quotazione di partenza datagli da Christie's si aggira fra il milione e il milione e mezzo di dollari. Nelle sue pagine furono codificati "i principi matematici del nostro mondo moderno e tecnologico". Oltre alle fondamentali nozioni di calcolo e matematica però, il libro si ricorda soprattutto per la descrizione della metodologia contabile ancora oggi più in voga.

Nella stesura del suo libro, Luca Pacioli fu fra i primi a dare alle scienze economiche la dignità di "arti liberali". La Summa può, in un certo senso, essere cosiderata la prima guida su "come avere successo negli affari". Di sicuro si trattò di una prima sistematizzazione di tutto lo scibile matematico ed aritmetico disponibile fino ad allora, dalla matematica greca ai numeri arabi.

Amico di Leonardo


Forse non tutti sanno che Pacioli fu amico e collaboratore di Leonardo da Vinci (1452 - 1519), di cui ricorre quest'anno il 500esimo anniversario della morte. I due condivisero la casa per cinque anni a Milano, lavorando e studiando in quegli anni che produrreo L'Ultima Cena.

In tournée


Prima della vendita ufficiale del 12 giugno, la Summa de arithmetica sarà in tour a Londra da 21 al 27 febbraio, a New York dal 7 al 10 marzo, a San Francisco in aprile e ad Hong Kong in maggio.

Christina Geiger, capo della sezione Books & Manuscripts di Christie's New York ritiene che gli studi di Pacioli siano "una delle grandi storie mai racccontate del Rinascimento". E li paragona addirittura ai risultati ottenuti da Leonardo nelle arti e nelle scienze e a quanto Machiavelli fece per la scienza della politica. "Dalla partita doppia al calcolo delle probabilità, tutti i principi e le metodologie messe a punto da Luca Pacioli sono presenti nella finanza contemporanea".

(*) L'immagine in copertina è tratta dalla mostra Mario Merz, Igloos, allestita al Pirelli HangarBicocca fino a domenica 24 febbraio 2019.
caporedattore

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti