Il lusso ha casa a New York: prezzi alle stelle nella Grande Mela

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
4.1.2022
Tempo di lettura: 2'
I prezzi degli immobili a New York hanno raggiunto nuovi massimi nel 2021. Ecco gli immobili di prestigio venduti al prezzo più alto nell'ultimo anno
Nel caso qualcuno fosse preoccupato che il fascino di New York City sia svanito, tranquilli, non c'è niente di più errato. Il lusso ha residenza ancora nella Grande Mela: oggi ancora più che prima della pandemia. Stando ai dati compilati dall'agenzia immobiliare Olshan Reality infatti il 2021 è stato il migliore anno di sempre nelle vendite di case di lusso, meglio addirritura del 2013, 2014, 2015, gli anni d'oro dello sviluppo immobiliare newyorchese: 1877 i contratti firmati sopra i 4 milioni di dollari, di cui 400 sopra i 10 milioni dollari. A fare il punto è un articolo di Bloomberg.

L'Upper East Side è il re


Delle 10 vendite più costose, stando all'elenco di Olshan compilato per la rivista americana, la zona più in auge di New York è senza dubbio l'Upper east Side. Nove dei primi dieci immobili venduti al prezzo più alto si trovano infatti a nord della 57° strada. Tale risultato lo si deve al boom dei nuovi condomini progettati per assomigliare ai vecchi co-op, edifici cooperativi in cui gli appartamenti sono proprietà di una società, con gli inquilini che diventano azionisti della stessa. Il 220 Central Park South ne è un esempio: progettato da Robert AM Stern Architects (Ramsa) occupa tre dei primi posti in classifica. Due unità sono state vendute al co-fondatore di Alibaba Joe Tsai per 157,5 milioni di dollari. Sempre nello stesso edificio un appartamento è stato venduto per 59 milioni di dollari: ovvero 10 mila dollari a piede quadro, l'equivalente di circa 100 mila dollari a metro quadro. Solo un'unità prebellica è entrata nella lista: l'attico triplex al 2 East 88th St., venduto, a quanto si dice, dal rampollo Jacqui Safra, è passato di mano per 60 milioni di dollari. Chiudono la classifica tre case a schiera (posizione 6, 7 e 8). 12 East 69th St. è stata venduta per 59 milioni di dollari, 11 East 69th St. è stata venduta per 53,5 milioni di dollari, e 9 East 71st St., una casa a schiera larga 50 piedi, un tempo di proprietà di Jeffrey Epstein, è stata venduta per 51 milioni di dollari.

Più grande è meglio


Finché la casa era solamente una casa certe metrature potevano andare anche bene. Ora che con il covid la casa è diventata per molte persone anche un ufficio (e a tratti anche una scuola) qualche piede o metro quadrato in più d'obbligo. "Per la gente ricca non esiste una cosa come essere troppo ricchi, o troppo magri, o avere troppe stanze" ha commentato Donna Olshan, presidente di Olshan Reality. La metratura media degli appartamenti in classifica si attesta a poco più di 13.370 piedi quadrati, l'equivalente di 1240 metri quadri. La più grande casa venduta risulta essere la 9 East 71st St., che copre una superficie pari a 28.000 piedi quadrati.

Il cielo (non) è il limite


Molti degli annunci hanno dovuto subire tagli di prezzo significativi prima di essere venduti. Il più grande taglio di prezzo è stato riservato ad un appartamento nella tormentata Central Park Tower sulla 57esima Strada Ovest. Inizialmente offerto a un prezzo di 95 milioni di dollari, è stato alla fine venduto per 50 milioni di dollari: una riduzione del 47%. L'ex casa di Epstein ha avuto una traiettoria di prezzo simile: dagli 88 milioni di dollari richiesti si è scesi fino a 51 milioni di dollari.
Laureato in Finanza e mercati Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano, nella redazione di We Wealth scrive di mercati, con un occhio anche ai private market. Si occupa anche di pleasure asset, in particolare di orologi, vini e moto d’epoca.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti