Effetto Ferragni su Safilo: vola in Borsa al +14%

Teresa Scarale
Teresa Scarale
13.9.2021
Tempo di lettura: 2'
La più celebre delle influencer, Chiara Ferragni, conferma il suo tocco da Re Mida. Stavolta il benefico influsso è toccato al brand luxury dell'occhialeria italiana
Ancora un colpo messo a segno per la regina italiana delle influencer. Chiara Ferragni ha stretto un accordo commerciale con Safilo per il suo brand di eyewear, e alla notizia della collaborazione il titolo dell'occhialeria di lusso ha preso il volo, arrivando a sfiorare un rialzo del 14% a Piazza Affari.
Come già avvenuto con Tod's e ancora prima con Monnalisa, il solo nome dell'imprenditrice digitale basta a far impennare un titolo azionario. L'accordo riguarda il design, la produzione e la distribuzione della collezione a marchio Chiara Ferragni e coprirà l'intera gamma di lenti e occhiali da sole. La collezione primavera-estate verrà presentata a breve, per poi essere messa in commercio dal gennaio 2022.

Dopo il picco del 14% l'azienda veneta ha chiuso la seduta con un balzo dell'8,14%, a 1,86 euro. "Siamo entusiasti di accogliere nel nostro portafoglio una delle più famose e influenti imprenditrici digitali al mondo", ha commentato Angelo Trocchia, amministratore delegato del gruppo Safilo, aggiungendo poi che "insieme vogliamo creare un nuovo marchio fashion di riferimento nell'eyewear che, attraverso il digital, sia in grado di parlare direttamente alle nuove generazioni".

Gli si associa l'influencer con quasi 25 milioni di follover: "Safilo rappresenta non soltanto un'eccellenza nell'eyewear ma anche, come il mio marchio, un grande esempio di spirito italiano con una valenza globale".

Con Tod's, il guadagno era stato del 14% (2021). Con Monnalisa, azienda di abbigliamento infantile di fascia alta, quotata Aim, il balzo era stato del 23% il giorno dell'annuncio della collaborazione, e del 40% il giorno seguente (novembre 2020).

La ceo e founder del brand Chiara Ferragni continua a fare scuola e il suo è un modello di business studiato nelle università più prestigiose. L'intesa fra le due società si prospetta essere di lungo termine, nel segno di una strategia espansiva nel mercato globale dell'occhialeria di lusso.
Caporedattore della sezione Pleasure Asset di We Wealth. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline economiche e sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia e mercati dell’arte. È in We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti