I fondi di private equity puntano sulle star di Hollywood

Rita Annunziata
13.4.2022
Tempo di lettura: 3'
Azimut ha acquisito una partecipazione di minoranza in BroadLight Holdings, società di private equity con legami hollywoodiani. Blackstone Group ha adottato un approccio simile

L’ultimo annuncio risale alla giornata del 12 aprile, quando Azimut (attraverso la sua controllata americana Azimut Alternative Capital Partners) ha siglato un accordo per acquisire una partecipazione di minoranza in BroadLight Holdings

Jeff Brown: “Nessuno conosce Hollywood meglio della famiglia Yorn. BroadLight fornisce una fantastica pipeline di investimenti da primarie star del settore dell’intrattenimento, che a loro volta aiuteranno ad accelerare la crescita delle società in portafoglio”

Blackstone Group ha investito lo scorso gennaio circa 2 miliardi di dollari in Candle Media, società di media con sede a Los Angeles fondata da Kevin Mayer e Tom Staggs, due dirigenti di Hollywood

Dopo aver scommesso sullo sport, i fondi di private equity puntano sulle celebrità. Credendo nella loro capacità di individuare nuove aziende e stringere accordi di sponsorizzazione. Generando pubblicità anche sui propri social media.
L'ultimo annuncio risale alla giornata del 12 aprile, quando Azimut (attraverso la sua controllata americana Azimut Alternative Capital Partners) ha siglato un accordo per acquisire una partecipazione di minoranza in BroadLight Holdings, società di private equity con legami hollywoodiani specializzata in investimenti su aziende innovative a forte crescita nel settore globale della tecnologia e dei consumi. Fondata nel 2021, vanta tra i partner figure come Rick Yorn (ceo e fondatore di Lbi Entertainment, azienda attiva nella gestione e nella produzione di talenti nel settore dell'intrattenimento) e suo fratello Kevin Yorn (socio fondatore e amministratore delegato di Yorn Levine, studio legale specializzato a sua volta nell'entertainment).
Si tratta di due società (Lbi Entertainment e Yorn Levine) che insieme rappresentano alcune delle più note star dell'intrattenimento come Jessica Biel, Lily Collins, Steph Curry, Charli D'Amelio, Ellen DeGeneres, Benicio Del Toro, Cameron Diaz, Leonardo DiCaprio, Snoop Dogg, Jamie Foxx, Jonah Hill, Scarlett Johansson, Alicia Keys, Jennifer Lawrence, Matthew McConaughey, Jordan Peele, Chris Rock, Zoe Saldaña, Martin Scorsese, i creatori di Squid Game e quelli di Stranger Things, Jason Sudeikis, Justin Timberlake e Reese Witherspoon.

Nel dettaglio, l'accordo prevede l'acquisto da parte di Azimut Alternative Capital Partners di una quota del 10% di BroadLight Holding e, come spiegato in una nota ufficiale dal gruppo, i ricavi saranno utilizzati per investire nel team e nell'evoluzione della struttura societaria. Secondo quanto risulta al Financial Times e anticipato in apertura, la loro tesi d'investimento è che le figure culturali possano essere efficaci nell'identificare nuove aziende generando pubblicità per loro sui propri account social o puntando su accordi di sponsorizzazione. Ma, avverte il quotidiano economico-finanziario britannico, la loro strategia non risulta al momento provata.

“Nessuno conosce Hollywood meglio della famiglia Yorn”, esordisce Jeff Brown, chief executive officer di Azimut Alternative Capital Partners. “BroadLight fornisce una fantastica pipeline di investimenti da primarie star del settore dell'intrattenimento, che a loro volta investiranno insieme ai clienti Azimut e aiuteranno ad accelerare la crescita delle società in portafoglio”. “Abbiamo introdotto centinaia di imprese ad alta crescita alla nostra rete di contatti che si estende oltre il business globale dell'intrattenimento, raggiungendo imprenditori, creativi, investitori e influencer culturali”, aggiungono i fratelli Yorn. “Il fondo, i nostri partner e i nostri clienti hanno ora la possibilità unica di partecipare a nuove opportunità di investimento”.

Azimut Alternative Capital Partners non è stata tuttavia la prima a credere nelle celebrità. Blackstone Group (una delle più grandi società finanziarie al mondo specializzata nei settori di private equity, investimenti immobiliari, hedge funds, leveraged buyout e strategie di investimento) ha investito circa 2 miliardi di dollari in Candle Media, società di media con sede a Los Angeles fondata da Kevin Mayer e Tom Staggs, due dirigenti di Hollywood. Da quel momento, Candle Media ha acquisito la società di produzione di Reese Witherspoon, Hello Sunshine, e una partecipazione di minoranza in Westbrook, società americana di iniziative multimediali e di intrattenimento fondata dall'attore Will Smith e da sua moglie e a sua volta attrice Jada Pinkett Smith.
Giornalista professionista, è laureata in Politiche europee e internazionali. Precedentemente redattrice televisiva per Class Editori e ricercatrice per il Centro di Ricerca “Res Incorrupta” dell’Università Suor Orsola Benincasa. Si occupa di finanza al femminile, sostenibilità e imprese.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti