Swiss Re, niente più Ipo per ReAssure (per ora)

Francesca Conti
Francesca Conti
11.7.2019
Tempo di lettura: 2'
Ipo rimandata per ReAssure, controllata britannica del gigante svizzero della riassicurazione Swiss Re. Il motivo? Le attuali condizioni avverse di mercato

La decisione è stata presa, spiega una nota, alla luce di una “aumentata cautela” degli investitori e di una “debole domanda sottostante” da parte degli investitori nel mercato del Regno Unito

La controllata di Swiss Re specializzata nella gestione di portafogli assicurativi chiusi avrebbe dovuto quotarsi a Londra a luglio

A fine giugno il gruppo di Zurigo aveva dichiarato che l'Ipo avrebbe dovuto consentire di raccogliere tra 2,8 e 3,3 miliardi di sterline

Una quotazione che “non s'ha da fare”. Almeno per il momento. Il gigante svizzero della riassicurazione Swiss Re ha sospeso l'Ipo della sua controllata britannica ReAssure a causa, sostiene la società, delle attuali condizioni avverse di mercato. La decisione è stata presa, spiega una nota, alla luce di una “aumentata cautela” degli investitori e di una “debole domanda sottostante” da parte degli istituzionali nel mercato del Regno Unito.

La controllata di Swiss Re specializzata nella gestione di portafogli assicurativi ‘chiusi' avrebbe dovuto quotarsi a Londra a luglio. A fine giugno il gruppo di Zurigo aveva dichiarato che l'Ipo avrebbe dovuto consentire di raccogliere tra 2,8 e 3,3 miliardi di sterline (circa tra i 3,5 e 4,1 miliardi di franchi). Nelle scorse settimane Swisse Re aveva comunicato il prezzo di collocamento fissato a 280-330 pence per azione. L'operazione avrebbe permesso a Swiss Re di ridurre la propria partecipazione in ReAssure al 50%, rispetto all'attuale 75%.

La diversificazione della base azionaria rimane nell'interesse a lungo termine della filiale, anche se Swiss Re sottolinea che non c'è alcuna urgenza o necessità assoluta di collocare azioni "a un prezzo che non consideriamo rappresentativo del valore e prospettive future per ReAssure", ha detto il cfo John Dacey. L'Ipo permetterebbe a ReAssure di passare dal regime normativo svizzero a quello del Regno Unito, che a suo dire sarebbe più adatto alle attività svolte.

Swiss Re e la giapponese Ms & Ad, anch'essa detentrice di una partecipazione in ReAssure, avevano programmato di rimanere azionisti dopo la quotazione. L'obiettivo della società di riassicurazione rimane infatti quello di “ridurre il controllo di Swiss Re” al fine di “deconsolidare ReAssure”. Nel frattempo, una nota fa sapere che “Swiss Re e Ms & Ad rimangono pienamente impegnati e supportano ReAssure e il suo management team e parteciperanno a future acquisizioni in linea con le rispettive partecipazioni”.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti