A ritmo di ipo: ecco le principali quotazioni del 2021

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
10.1.2022
Tempo di lettura: 2'
Con il grande rialzo dei listini azionari, il ritmo con cui le società sono tornate a quotarsi in borsa è stato da record: ecco le principali ipo (e non solo) del 2021

VisualCapitalist ha prodotto un’infografica dove compaiono mese per mese le 68 principali quotazioni (ipo, spac e quotazioni dirette) del 2021

Coinbase, piattaforma di scambio criptovalute, è stata protagonista della più grande quotazione diretta del 2021, raggiungendo una valutazione di 86 miliardi di dollari

Nonostante i sali e scendi borsistici degli ultimi mesi il 2021 è stato un anno positivo per i mercati globali e in particolare per le aziende che hanno deciso di quotarsi in borsa, protagoniste di raccolte senza precedenti e di grandiose performance. E non si tratta solo delle matricole tecnologiche, ma di molti altri settori, tra i quali spiccano tra gli altri i servizi alimentari e sanitari. Quali sono i ticker che hanno infiammato gli animi degli investitori nell'ultimo anno?
A fare il punto è un'infografica di VisualCapitalist, che nello stilare il calendario 2021 ha preso in considerazione tutte e tre le opzioni che ha a disposizione un'azienda per quotarsi in borsa: ipo, spac e quotazione diretta. Nella offerta pubblica iniziale un'azienda privata crea nuove azioni che vengono sottoscritte da un'organizzazione finanziaria e vendute al pubblico. Nel caso di una spac, invece viene creata una società separata senza operazioni con il fine esclusivo di raccogliere capitale per poi acquisire la società che sta per essere quotata in borsa. Attualmente si tratta del metodo più veloce per quotarsi, il che le ha rese molto popolari negli ultimi anni. Infine nel caso di una quotazione diretta vengono scambiate solo le azioni esistenti e in circolazione e non vengono create nuove azioni. Il costo è inferiore a quello di una ipo, dato che non si devono pagare commissioni per la sottoscrizione.

ipo 2021
La maggior parte delle aziende che si sono quotate nel 2021 hanno scelto la via dell'ipo, ma alcune delle più grandi valutazioni sono risultate dalle quotazioni dirette. A livello settoriale domina la tecnologia, settore a cui si rifanno molte quotazioni di società che forniscono servizi online e app. Le due più grandi ipo sono state quelle di Coupang in Corea del Sud, società online valutata 60 miliardi di dollari, e l'app di ride-hailing cinese Didi Chuxing, che ha ottenuto la valutazione maggiore di tutte post-ipo (73 miliardi di dollari). Negli Stati Uniti l'ipo più grande è stata quella di Rivian, concorrente diretta di Tesla, che ha raggiunto i 66,5 miliardi di dollari. Tra le quotazioni dirette spiccano invece quella della società di videogame Roblox, che ha ottenuto una valutazione da 30 miliardi di dollari, e quella della piattaforma di criptovalute Coinbase, che con una valutazione pari a 86 miliardi di dollari ha ottenuto la il “premio” di matricola dell'anno. Infine tra le società che hanno deciso di quotarsi tramite spac, la fintech svedese SoFi è stata la spac di maggiore successo raggiungendo una valutazione pari a 8,7 miliardi di dollari. La valutazione mediana per le 68 quotazioni analizzate da VisualCapitalist è stata di 6 miliardi di dollari.

Ad ogni modo alcuni record sono stati solo posticipati. Molte quotazioni promettenti infatti sono slittate al 2022. Tra le più promettenti c'è quella della società i pagamenti Stripe, la quale si stava preparando per essere la più grande ipo dell'anno con una valutazione stimata di 95 miliardi di dollari. Anche la piattaforma di consegna di generi alimentari online InstaCart, che ha visto un grande aumento di trazione a causa della pandemia, è prossima a quotarsi in borsa, con una valutazione stimata di  ad una valutazione di 39 miliardi di dollari.
Laureato in Finanza e mercati Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano, nella redazione di We Wealth scrive di mercati, con un occhio anche ai private market. Si occupa anche di pleasure asset, in particolare di orologi, vini e moto d’epoca.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti