A marzo prosegue l'espansione del patrimonio gestito

Tempo di lettura: 2'
L'industria del risparmio gestito chiude il trimestre con una decisa accelerazione nel comparto azionario grazie alle preferenze degli investitori
Le azioni raccolgono nel 2021 8,5 miliardi e archiviano il miglior mese (marzo 2021) dal giugno 2021. Lo segnala la mappa mensile del risparmio gestito di Assogestioni. I numeri di marzo segnalano flussi in entrata per quasi nove miliardi. Il saldo provvisorio della raccolta da inizio anno giunge così a 23,5 miliardi, e il patrimonio gestito a 2.445 miliardi. I mercati finanziari continuano nella ripresa agganciata già nel 2020.
I preferiti dei risparmiatori italiani a marzo sono stati ancora i fondi aperti azionari. Le gestioni collettive e in particolare i fondi aperti chiudono il dodicesimo mese consecutivo di crescita: i flussi netti positivi sono pari a 7,5 miliardi. Da inizio 2021 il saldo dei fondi aperti è di 14,1 miliardi.

Nel patrimonio gestito a marzo, i fondi di lungo termine che si confermano al primo posto per raccolta sono gli azionari (+2,9 miliardi). Seguono i bilanciati (+1,8 miliardi) e gli obbligazionari (+1,3 miliardi). I flessibili si contraggono di 30 milioni, determinando il risultato peggiore dal 2017 (-2,7 miliardi). Le masse investie in fondi (sia aperti che chiusi) aumentano a complessivi 1.230 miliardi, segnando il proprio massimo assoluto. Fra i gruppi migliori per raccolta mensile a marzo si distinguono Amundi (circa 2 miliardi di cui 1,5 miliardi nei fondi aperti), Intesa Sanpaolo (1,5 miliardi di flussi di cui 1,3 nei fondi aperti) e JPMorgan AM (601 milioni afferenti alle gestioni collettive aperte). Il gruppo Poste Italiane chiude con 844 milioni.
marzo-prosegue-espansione-patrimonio-gestito_3

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti