5 grafici sul perché l'argento potrebbe battere l'oro nel 2022

Giulia Bacelle
Giulia Bacelle
29.10.2021
Tempo di lettura: 3'
Sono diversi i fattori che potranno sostenere la sovraperformance dell'argento rispetto all'oro nel corso del prossimo anno. Ne parliamo con gli esperti di WisdomTree
Oro o argento? Quando si tratta di valutazioni all'inizio del 2022, il secondo potrebbe superare il primo, spiegano gli esperti di WisdomTree. Secondo una survey dello scorso luglio a cura del Silver institute di Metals focus, il silver potrebbe infatti sovraperformare il gold per totalizzare il 37,5% nel corso del prossimo anno, contro un rendimento del 6,5% per l'oro. “Entro il secondo trimestre del 2022 ci aspettiamo che i prezzi per l'argento si attesteranno intorno ai 35,81 dollari l'oncia”, continuano dalla società. Quattro i principali driver per il metallo: “una ripresa nell'attività industriale potrebbe essere di buon auspicio per la domanda del metallo. Nel frattempo, le contrazioni nelle spese in conto capitale dell'industria mineraria e la riduzione dello stock complessivo delle riserve di argento punteranno a contrarre l'offerta”. Anche la transizione energetica, tuttavia, dovrebbe supportarne la domanda.

Scopri di più sull'argento nell'outlook Q2 2022 di WisdomTree

 


Previsioni per l'argento
Fonte: WisdomTree.



La domanda dell'industria continua la sua ripresa


“Gli indici PMI del settore manifatturiero sono cresciuti fortemente nel corso dell'ultimo anno e stanno attraversando una fase espansiva che dura da 13 mesi consecutivi, attestandosi nella regione superiore al livello dei 50 punti. Ci aspettiamo che la situazione persista fino al secondo trimestre del prossimo anno” aggiungono da WisdomTree. Una view supportata anche dalla survey del Silver institute, il quale prevede che gli accordi di off-take industriali per l'argento incrementeranno fino a raggiungere il record di 524 millioni di once nel 2021 man mano che le economie riapriranno e le iniziative green spingeranno in positivo la domanda.


Pmi globali
Fonte: WisdomTree.



Le spese in conto capitale per l'industria mineraria si contraggono


“Le spese in conto capitale per l'industria mineraria si sono contratte in seguito alla pandemia”, aggiungono dalla società. Questo dovrebbe contribuire a restringere l'offerta di argento: “riconosciamo che nel 2021 vi è stata una ripresa dell'attività estrattiva, tuttavia crediamo che questo fattore sia già stato riconosciuto dal mercato”.


Spese in contro capitale per l'industria mineraria
Fonte: WisdomTree.



Lo stock delle riserve di argento si riducono


“Dal picco sperimentato lo scorso dicembre, gli stock di riserve di argento hanno registrato un declino che ci aspettiamo continuerà a persistere. Nel 2020 la domanda per il metallo ha infatti ecceduto l'offerta di circa 251 milioni di once, fatto già avvenuto nel 2019 per circa 60 milioni di once. Tuttavia, per la fine dell'anno Metals Focus si aspetta un deficit dell'offerta di silver 125 milioni di once (in seguito agli investimenti in Exchange traded commodities, Etc). Il 2021 potrebbe così rappresentare il terzo anno consecutivo in cui si è registrato un surplus di domanda non soddisfatta”, proseguono da WisdomTree.


Stock delle riserve di argento 
Fonte: WisdomTree.



La transizione energetica sostiene la domanda


L'argento è un componente essenziale per la produzione di pannelli fotovoltaici: ci si aspetta che circa il 10% (circa 105 milioni di once) del metallo ora in circolazione sarà utilizzato dal settore nell'anno in corso, una cifra che è quadruplicata dal 2014, come riportato dalla survey del Silver institute. “Vi è più argento impiegato per l'energia solare che per l'industria decorativa e quella fotografica insieme”, concludono da WisdomTree. Tuttavia, “l'uso del metallo nella produzione di energia rinnovabile si estende anche ai sensori usati nelle turbine, alla gestione delle reti elettriche, agli interruttori di ultima generazione e alle batterie all'ossido di argento”. Non per ultimi, anche i veicoli elettrici potrebbero contribuire alla crescita della domanda del metallo, dato che secondo il Silver institute l'argento utilizzato nell'industria dell'automotive nel 2020 si attestava intorno ai 61 milioni di once, una quantità simile a quella impiegata per il fotovoltaico nel 2015 e che entro il 2025 potrebbe invece raggiungere gli 88 milioni di once”.


Previsioni al 2021 della domanda di argento per fonte in milioni di once
Fonte: WisdomTree.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti