Piani individuali di risparmio: unire protezione e investimento

Gloria Grigolon
Gloria Grigolon
19.3.2020
Tempo di lettura: 3'
Si torna a parlare di Pir, con speciale menzione al Pir assicurativo, uno strumento di risparmio agevolato dal punto di vista fiscale e successorio, atto a canalizzare il risparmio dell'investitore all'interno dell'economia reale. A che tipo di cliente si adatta? Quali caratteristiche lo differenziano dai fondi Pir compliant?

Prima peculiarità del Pir: l'orizzonte temporale, mediamente di lungo periodo, dal momento che il beneficio fiscale è vincolato ad una permanenza minima di 5 anni

Seconda peculiarità del Pir: il mercato in cui i fondi Pir investono, ovvero l'Italia

Nuova forza per i prodotti assicurativi Pir compliant, soluzioni che seguono le regole di investimento di un Piano Individuale di Risparmio, beneficiando degli stessi vantaggi fiscali, ma godendo di vantaggi assicurativi aggiuntivi. L'intervista a Francesco Fiumanò, Chief Commercial Officer di CNP Partners.

Pir assicurativo: chi è il cliente tipo?


Per definire il cliente tipo dei Pir è necessario considerare le peculiarità dello strumento. La prima è l'orizzonte temporale, mediamente di lungo periodo, dal momento che il beneficio fiscale è vincolato ad una permanenza minima nel Pir di 5 anni. La seconda è il mercato di riferimento in cui fondi Pir investono, ovvero l'Italia, caratterizzato, sia nella componente azionaria che obbligazionaria, da performance interessanti ma piuttosto volatili.
Per questo si può pensare che il cliente tipo di un Pir abbia una predisposizione al rischio medio/alta, ma in realtà il Pir si può adattare alle esigenze di una platea di investitori più ampia, in quanto presenta:

  • vantaggi fiscali unici per i clienti in fase di sottoscrizione e gestione;

  • soglie d'investimento flessibili (fino a 30 mila euro per anno), che consentono l'accesso sia ai piccoli risparmiatori che ai detentori di grandi patrimoni;

  • possibilità di accumulo in più anni, che permette di mitigare il rischio di market timing.


Perché investire in un Pir assicurativo?


CNP Partners è stata la prima compagnia in Italia a lanciare una polizza Pir. Ai tradizionali vantaggi del veicolo assicurativo, il Pir di CNP Partners aggiunge l'alta diversificazione e l'elevata flessibilità.
A questi si aggiunge la possibilità di investire fino al 10% nella Gestione Separata, beneficiando dei vantaggi di questo tipo di asset. Il nostro approccio consente di adattare quindi l'asset allocation nel tempo all'interno dello stesso veicolo, adeguandosi ai cicli economici e alle esigenze di vita specifiche del cliente.

Il ruolo del Pir assicurativo in portafoglio


Le caratteristiche specifiche e la flessibilità dei Pir li rendono una forma d'investimento che agevola qualsiasi segmento di clientela, consentendo di diversificare i portafogli nel modo più efficiente.
L'accumulo del Pir, infatti, può essere modulato nel tempo in funzione delle capacità di risparmio, o in base a scelte di market timing, in modo tale che ogni investitore possa individuare la proporzione di esposizione ai mercati finanziari italiani più opportuna.

Facciamo un esempio: su un patrimonio di 5 milioni di euro, un investimento di 150.000 euro - tetto massimo per i Pir - sul mercato italiano rappresenta il 3% del totale. Dal punto di vista di un'equilibrata asset allocation su scala globale, tale esposizione può essere considerata una percentuale più che adeguata per un investitore italiano.

 

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti