Recovery fund, l'anticipo non arriverà prima del 2021

Teresa Scarale
Teresa Scarale
1.9.2020
Tempo di lettura: 3'
Il governo italiano conta molto sull'anticipo al 2020 del Recovery fund. Ma la faccenda non è così semplice: ci sono i tempi tecnici, dice il commissario Paolo Gentiloni. Che ricorda anche il grande assente di questi ...

L'Italia sta affrontando una sfida cruciale, senza precedenti, che racchiude "grandi opportunità ma anche grandi responsabilità", dice l'ex premier

Per ricevere il tanto acclamato anticipo del 10% delle risorse complessive, bisognerà attendere la metà del prossimo anno. Ed è chiaro che i fondi Ue non si potranno usare per tagliare la pressione fiscale

La Commissione attende per metà ottobre la presentazione delle bozze dei piani degli stati necessari per accedere ai fondi, a quel punto la commissione avrà 8 settimane di tempo per proporli al consiglio, che a sua volta avrà altre 4 settimane per approvarli a maggioranza, gli fa eco il presidente della Bei

Uno degli aspetti fondanti della travagliata approvazione del Recovery fund lo scorso 18 luglio 2020 è stata la sospensione del patto di stabilità e crescita (Psc) europeo, da sempre bersaglio degli euroscettici. Un sistema di vincoli che prima o poi (forse) verrà ripristinato

Recovery fund e anticipo, istruzioni per l'uso L'Italia sta affrontando una sfida cruciale, senza precedenti, che racchiude "grandi opportunità ma anche grandi responsabilità". Il Recovery fund vale 750 miliardi di euro fra sussidi e prestiti, e il Belpaese ne è il beneficiario maggiore, con quasi 209 miliardi. A parlare è il commissario Ue agli affari economici, Paolo Gentiloni, durante un'audizione nelle commissioni Bilancio e Politiche dell'Unione europea di Camera e Senato sull'utilizzo del Recovery fund.Il Paese "è all'altezza" di reggere la sfida. Ma non ci sarà modo di poter contare sui fondi Ue già nella prossima manovra. Il motivo è tecnico...

Caro lettore,
per continuare ad informarti con i nostri contenuti esclusivi accedi o registrati GRATUITAMENTE!

Solo così potrai:

  • Continuare ad informarti grazie ai nostri contenuti come articoli, guide e white papers, podcast, dirette
  • Richiedere di essere contattato da un esperto
  • Fare una domanda sulla gestione del tuo patrimonio ed entrare in contatto con i migliori e esperti del settore GRATUITAMENTE
  • E tanto altro ancora

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti