Coronavirus, lunedì nero per le borse. Milano -11,17%

Tempo di lettura: 3'
Lunedì da dimenticare per Piazza Affari, così come per gli altri listini europei. Il Coronavirus e la guerra dei prezzi del petrolio mandano i mercati in tilt

L'emergenza Coronavirus manda in tilt le Borse: il FTSE MIB chiude a -11,17% ; l'Euro Stoxx 50 a -8,26%

Peggior calo dal 1991 per il petrolio, sui timori di una guerra dei prezzi dopo il no della Russia al taglio della produzione

Occhi puntati sulla riunione della BCE giovedì

Quella di questo lunedì, 9 marzo, è sicuramente una seduta da dimenticare per le Borse. Le preoccupazioni legate alla diffusione del Coronavirus e il crollo del prezzo del petrolio a seguito del mancato accordo tra Opec e Russia su ulteriori tagli alla produzione affondano i listini europei. In uno scenario di forti ribassi per le borse di tutta Europa (con l'Euro Stoxx 50 che chiude a -8,26%), Piazza Affari è la peggiore e fatica ad aprire per poi registrare un crollo del 10% nelle prime battute ed arrivare a cedere quasi il 12% bruciando 14 mesi di guadagni, il peggior calo dopo Brexit. Il FTSE MIB chiude a -11,17%; molti, i titoli sospesi per ecc...

Caro lettore,
per continuare ad informarti con i nostri contenuti esclusivi accedi o registrati GRATUITAMENTE!

Solo così potrai:

  • Continuare ad informarti grazie ai nostri contenuti come articoli, guide e white papers, podcast, dirette
  • Richiedere di essere contattato da un esperto
  • Fare una domanda sulla gestione del tuo patrimonio ed entrare in contatto con i migliori e esperti del settore GRATUITAMENTE
  • E tanto altro ancora

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti