La Cina, un paese sviluppato: triplicherà pil entro 2035

Teresa Scarale
Teresa Scarale
31.10.2020
Tempo di lettura: 2'
L'ultimo “piano quinquennale” della Cina ha decretato che l'ex Celeste Impero sarà a tutti gli effetti un paese sviluppato entro il 2035. La dichiarazione di intenti del governo cinese arriva quasi al termine di un anno turbolento, che ha sparigliato le carte sul tavolo
Un pil pro capite pari a quello delle economie avanzate entro 15 anni. È l'obiettivo del governo cinese, espresso nel 14esimo piano quinquennale di sviluppo del Paese di Mezzo. Il piano coprirà il periodo 2021-2025, ma darà il via anche a una linea di sviluppo di lungo corso, fino al 2025. Come comunica la Xinhua News Agency, il Partito Comunista Cinese intende realizzare "uno sviluppo economico sano e sostenibile" nel prossimo lustro. La via al benessere passa da un aumento dei consumi interni e soprattutto dall'autosufficienza nella scienza e nella tecnologia. L'autarchia scientifica e tecnologica compare ben 11 volte nel documento, contro le quattro del precedente piano di sviluppo.
Pechino spinge sull'aumento del reddito reale delle famiglie, ancora lontano dal pil nominale. A quanto dovrebbe ammontare, per essere in media con quello delle economie avanzate? Gli analisti cinesi stessi interpretano la frase del Partito come riferita a un pil pro capite di 30.000 dollari. Un esempio: nel 2019 la Banca Mondiale segnava per la Korea del Sud e per la Spagna rispettivamente 31.762 e a 29.614 dollari. Per arrivare a questa soglia il governo non potrà fare a meno degli investimenti diretti esteri e di un approccio sostenibile allo sviluppo economico.

Il documento arriva dopo una riunione di quattro giorni, rigorosamente a porte chiuse. Il turbolento anno che sta per terminare ha reso necessari degli aggiustamenti rispetto a quanto preventivato un anno fa. Bisognerà però attendere marzo 2021 prima di poter leggere i testi completi dei nuovi piani quinquennale e quindicennale. Nel frattempo, altri eventi cruciali si saranno già compiuti. Basti pensare alle elezioni americane e al possibile arrivo di un vaccino covid.
caporedattore

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti