Psd2, italiani pronti all'open banking

Rita Annunziata
13.11.2019
Tempo di lettura: 3'
Il 20% degli italiani è disposto a condividere con la banca la propria posizione finanziaria complessiva, ma solo in cambio di servizi innovativi e personalizzati. Come si evolve il rapporto con gli istituti di credit...

Il 76% dei consumatori risponde positivamente alla condivisione delle proprie informazioni solo in presenza di contropartite economiche, come sconti o coupon

Il 52% dei clienti nutre un sentimento di fiducia e soddisfazione nei confronti della propria banca

In termini di modalità di acquisto, a prevalere sono ancora i canali tradizionali

Gli italiani sono pronti a cogliere i vantaggi dell'open banking. Secondo l'ottavo rapporto di ricerca Crif-SDABocconi, in collaborazione con Nomisma, il 20% dei consumatori è disposto a condividere con la banca la propria posizione finanziaria complessiva (anche presso altre banche),  ma solo in cambio di servizi innovativi e personalizzati. Il 76%, in particolare, risponde positivamente unicamente in presenza di contropartite economiche, come sconti o coupon.A essere intervistati tra i mesi di maggio e agosto 2019 sono 1.225 soggetti, ai quali sono state sottoposte 35 domande, dalle preferenze in termini di modalità d'acquisto allo sharing di info...

Caro lettore,
per continuare ad informarti con i nostri contenuti esclusivi accedi o registrati GRATUITAMENTE!

Solo così potrai:

  • Continuare ad informarti grazie ai nostri contenuti come articoli, guide e white papers, podcast, dirette
  • Richiedere di essere contattato da un esperto
  • Fare una domanda sulla gestione del tuo patrimonio ed entrare in contatto con i migliori e esperti del settore GRATUITAMENTE
  • E tanto altro ancora

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti