Residenziale di lusso, isole e località vip in gran spolvero

Tempo di lettura: 2'
Nel settore immobiliare di lusso cresce la domanda di isole provate e di proprietà di pregio, situate in luoghi esclusivi lontani dal caos delle città, che garantiscono al contempo sicurezza e privacy. Anche le località turistiche sono molto gettonate

Il cambiamento delle tendenze di mercato ha fatto emergere una clientela nazionale più orientata a immobili che possono svolgere anche il ruolo di case di villeggiatura

Tra gli acquirenti, i più attivi sono quelli internazionali, che continuano a investire in Italia alla ricerca di una seconda casa

Il covid non ferma il residenziale. Di pregio, però. Se infatti il classico settore residenziale è stato impattato dall'esplosione del coronavirus, quello del lusso ha resistito agli effetti dell'emergenza sanitaria sull'economia, limitando i contraccolpi negativi sui prezzi e sulla domanda, con valori delle case al metro quadrato stabili.
Tutto questo grazie al cambiamento delle tendenze del mercato, che ha fatto emergere una clientela nazionale più orientata a immobili che possono svolgere anche il ruolo di case di villeggiatura. A dirlo è Engel & Völkers, gruppo leader nel settore dell'immobiliare di pregio a livello globale, che ha confermato la tendenza di mercato post covid legata a un incremento della domanda, soprattutto per immobili con giardino o terrazzo abitabile, oltre a quelli con grandi spazi per lavorare in smart working.

 
“Nonostante l'emergenza sanitaria di questi mesi siamo riusciti ad attrarre clienti in target. Inoltre, gli immobili che commercializziamo sul territorio nazionale rispondono alle esigenze di una fetta di mercato mediamente abbiente che ha continuato a manifestare il suo interesse per il nostro paese”, ha dichiarato Christoph Feigenbutz, country manager di Engel & Völkers Italia.

“Tra gli acquirenti, i più attivi sono stati quelli internazionali, che continuano a voler investire in Italia alla ricerca di una seconda casa”, ha spiegato Engel & Völkers, che ha registrato un forte interesse, in Italia, sia per le città, come Roma, sia per i luoghi di villeggiatura, come Courmayeur, Bardolino e Castiglione della Pescaia.

Ma anche le isole sono state molto gettonate. Engel & Völkers ha registrato, infatti, un forte aumento della domanda di isole provate e proprietà di pregio, situate in luoghi esclusivi lontani dal caos delle città, che garantiscono al contempo sicurezza e privacy.    “Come per le proprietà di lusso, non c'è un limite massimo di prezzo per le isole private. Le dimensioni, la posizione geografica, l'accessibilità e il potenziale di sviluppo determinano il prezzo d'acquisto. Anche gli edifici esistenti e i loro servizi influenzano il valore di mercato”, ha affermato Ron Krueger, amministratore delegato di Engel & Völkers Kinsale/Cork, che sta mediando in Italia, sull'isola di Favignana, una delle isole Egadi del Mediterraneo al largo della costa occidentale della Sicilia, il resort “Nido del Pellegrino” per 3,8 milioni di euro, e fuori dai confini la vendita dell'esclusiva isola privata "Long Caye", nel cuore dei Caraibi, il cui valore è di oltre 60 milioni di euro.
Direttore di We-Wealth.com e caporedattore del magazine. Ha lavorato a MF, Bloomberg Investimenti, Finanza&Mercati. Ha collaborato con Affari&Finanza (Repubblica) e Advisor

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti