Metaverso e nuove frontiere: acquistare casa in altri mondi

Maurizio Fraschini
Maurizio Fraschini
14.7.2022
Tempo di lettura: 3'
Comprare casa nel metaverso: investimento o bolla? Ecco quanto costa, considerando che i prezzi sono mantenuti alti dal concetto di scarsità: dunque, si dovrebbe puntare ad acquistare in metaversi noti e affidabili, con offerta limitata

La casa è da sempre tra i desideri primari e fondamentali dell’uomo. Ma, acquistare casa diventa sempre più difficile e costoso e le prospettive oggi si complicano tra spinte inflattive e rialzo del costo del denaro. Potremmo allora realizzare la casa dei nostri sogni almeno nel virtuale? Il nostro nuovo indirizzo sarà il metaverso? Anche qui il sogno di una casa non è così facile da realizzare e neppure così economico. 


Cos’è il metaverso e come possiamo entrarci? 

Procediamo con ordine. Innanzitutto, cos’è il metaverso e come possiamo entrarci? Il termine inglese metaverse è stato utilizzato per la prima volta nell’ormai lontano 1992 dallo scrittore americano Neal Stephenson nel libro Snow Crash, una storia avveniristica in cui gli uomini fanno ricorso ad avatar digitali per rifugiarsi nell’universo del web


Nonostante le sue radici ormai lontane, il concetto di metaverso è entrato a far parte dell’orizzonte comune solo di recente, in particolare da quando, a fine 2021, Mark Zuckerberg ha annunciato la nascita di Meta, la nuova dimensione per tutte le attività di Facebook in campo tecnologico, confermando la volontà di investire sempre più nello sviluppo del metaverso


Il metaverso oggi è un mondo a realtà virtuale aumentata, dove è possibile interagire con altri utenti, mediante l’utilizzo di occhiali 3D, caschi o altri strumenti che consentono di gestire un avatar. Proprio come nel mondo “reale”, anche nel metaverso è possibile prendere parte a riunioni con colleghi, fare viaggi, comprare oggetti e costruire, vendere o affittare spazi immobiliari in cui vivere o avviare attività commerciali e creare così una nuova esperienza multisensoriale. 


Alcuni metaversi 

Oltre a Facebook/Meta, oggi ancora in fase di costruzione, esistono altri mondi virtuali già attivi e accessibili dagli utenti, dal pioniere Second Life lanciato nel 2003 (nel quale alcuni Stati hanno addirittura costituito delle vere e proprie ambasciate) al più popolare Sandbox, sino al recentissimo Decentraland, questi ultimi tutti basati sulla tecnologia blockchain. In questi metaversi tutto è basato sul concetto di land e di parcel, i singoli lotti di terreno che gli utenti possono acquistare per poi costruirvi la propria abitazione o qualsiasi altro tipo di edificio. Come Sandbox, anche Decentraland offre un marketplace virtuale e un builder, una sorta di progettatore di immobili virtuale. 


Agenti immobiliari e acquisti casa nel metaverso 

Proprio come nel mondo reale, per ricercare il terreno o l’immobile da acquistare ci si può rivolgere a veri e propri agenti o broker immobiliari che operano nel metaverso: tra i più noti sicuramente Metaverse Property


Gli acquisti nel metaverso sono effettuati utilizzando criptovalute, quindi, è necessario disporre di un crypto wallet da utilizzare attraverso un token. Molti metaversi sono dotati di proprie criptovalute, tutte legate al sistema di blockchain Ethereum. I sistemi di pagamento si stanno sempre più semplificando tanto che, di recente, anche PayPal e Venmo – permettono di scambiare dollari o euro con cryptocurrencies e gestire tutte le operazioni collegate. 


Gli acquisti sono perfezionati attraverso smart contract - contratti che utilizzano la blockchain per definire transazioni non modificabili e opponibili ai terzi – che si generano e definiscono molto velocemente e si sottoscrivono con firme digitali.

Quanto costa un terreno nel metaverso? 

Come nel mercato immobiliare “reale” il prezzo dipende da molti fattori: l’ampiezza del lotto, la sua location, la scarsità della tipologia considerata. Anche nel metaverso i parcel sono tanto più costosi se si trovano in quartieri centrali e “cool”, vicino a piazze e aree verdi e se i vicini sono famosi. 


Per un appezzamento “base” la richiesta di Sandbox per un parcel di 96×96 metri è di un equivalente di circa 12.700 dollari, mentre Dencentraland ha in vendita 91 mila lotti da 16x16mt per un corrispettivo di più di 14 mila dollari l’uno. 


Esiste però, anche nel metaverso, il concetto di immobile di lusso ed esclusivo. Ad esempio, Sandbox ha iniziato a vendere terreni accanto a quello acquistato dal rapper Snoop Dogg: 67 lotti di terreni di lusso e 122 ordinari per un valore totale di quasi 2,5 milioni di dollari. Il terreno più costoso è stato acquistato da un utente sulla piattaforma Nft OpenSea per un prezzo pari a circa 459 mila dollari al momento al momento della transazione.


Acquisti nel metaverso: investimenti o bolle? 

Risulta ancora difficile dire se questi acquisti siano un investimento destinato a rivalutarsi a dismisura, come molti operatori affermano, o se si tratti di una bolla destinata a esplodere a breve. Di certo, i prezzi sono mantenuti alti dal concetto di scarsità: dunque, si dovrebbe puntare ad acquistare in metaversi noti e affidabili, che mantengano un’offerta limitata. 


Il destino di questi investimenti è evidentemente molto legato all’offerta, ovvero a quanti metaversi verranno creati in futuro, al loro posizionamento e dall’andamento del mercato delle criptovalute, che - in questa situazione di tensione per gli approvvigionamenti energetici necessari alla loro “estrazione” - è molto instabile e incerta. Quindi, lasciando da parte l’esperienza ludica del realizzare e arredare la propria casa nel metaverso, pare che una valutazione delle prospettive di questo mercato immobiliare sia oggi ancor più complessa e difficile del mercato immobiliare “tradizionale” sul quale si stanno addensando parecchie nuvole grigie.

Opinione personale dell’autore
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo. WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.
Avvocato del Foro di Milano e Parigi, è partner dello studio Plusiders. Si occupa di M&A, real estate e private equity. Ha una consolidata esperienza nella strutturazione e realizzazione di operazioni
societarie straordinarie e, in particolare, nella gestione dei differenti aspetti degli investimenti e della contrattualistica nel settore real estate.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti