Fondi, Eric Sturdza punta sulle imprese giapponesi in crescita

Teresa Scarale
Teresa Scarale
29.5.2019
Tempo di lettura: 3'
Fra i vari fondi gestiti, Eric Sturdza Investment Funds annovera lo Strategic Japan Opportunities Fund, presentato a Milano. Il fondo fa delle criticità di un'economia avanzata molto peculiare i suoi punti di forza

Lo Strategic Japan Opportunities Fund Performance ha avuto per il periodo 2008-2019 una performace del +160,5%, maturato dal febbraio 2008 all'aprile 2019

Le posizioni lavorative offerte sono superiori alla domanda, con un rapporto pari a 1,61 (2018), il più alto dal 1973, quando si attestava all'1,76%. Il che apre opportunità nei settori che compensano questa mancanza

Il Paese scommette inoltre inaspettatamente sul turismo, in solida crescita dal 2011

"Guardiamo all'abero, non alla foresta". E' la filosofia di investimento di uno dei fondi più performanti di Eric Sturdza Investments Funds, lo Strategic Japan Opportunities Fund. Performance che, stando ai dati forniti dalla società, si attesta al +160,5% maturato dal febbraio 2008 all'aprile 2019. Si tratta di una decisa sovraperformance dell'indice di riferimento, che pure ha segnato un +108,6%.

Fondi Sturdza, perché il Giappone


L'economia giapponese fronteggia le sfide delle economie avanzate: il calo demografico, l'invecchiamento della popolazione, un debito pubblico crescente. Perché allora i fondi di investimento dovrebbero scegliere il Sol Levante? I gestori del fondo in questione puntano sulle imprese giapponesi che sono su una traiettoria di crescita.

Investire nelle società che sfruttano la mancanza di manodopera


Il mercato del lavoro è solidissimo, con un tasso di disoccupazione al 2,4%, il più basso dal 2,2% del 1992. Le posizioni lavorative offerte sono superiori alla domanda: tale rapporto infatti è pari a 1,61 (2018), il più alto dal lontano 1973, quando si attestava all'1,76%. Né l'immigrazione supplisce a questa carenza: in Giappone inoltre solo il 2% della popolazione totale è rappresentata da residenti all'estero. Risulta allora opportuno per il fondo investire in società del settore It (Isid, Information Services International Dentsu) e dell'outsourcing (Outsourcing Inc.).

In vacanza in Giappone, batti il 5(G)


Uno degli obiettivi del governo giapponese è quello di farlo diventare un paese turistico. Del resto il numero di stranieri in visita è cresciuto stabilmente dal 2011, e ci si aspetta che aumenterà ancora. I piani governativi sono quelli di portare il numero di visitatori a 40 milioni, con incassi attesi ottomila miliardi di dollari entro il 2020, con un aumento del 50% in entrambe le grandezze di qui al 2030.

Gli investimenti nel settore stanno crescendo significativamente, dal 38,6% del 2017 al 60,3% del 2018 a fronte di una percentuale del 5% nelle altre industrie, anche in vista delle Olimpiadi e dell'Expo.

Sul fronte valutario, lo yen si sta apprezzando nei confronti del dollaro. Infine, le previsioni di crescita del Pil nominale per l'anno fiscale 2019 sono pari al 2,4%, che al netto dell'inflazione previsto all'1,1% si traduce in un tasso reale di crescita dell'1,3%.

 
Caporedattore della sezione Pleasure Asset di We Wealth. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline economiche e sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia e mercati dell’arte. È in We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti