Google: in arrivo l'antagonista di Apple card?

Tempo di lettura: 3'
Secondo recenti indiscrezioni, Google starebbe sviluppando una sua carta di debito, sia fisica che virtuale

Google potrebbe lanciare prossimamente una nuova carta di debito, rivale di Apple Card

Stando a nuove indiscrezioni, la carta Google e il conto corrente associato consentiranno agli utenti di fare acquisti con una carta, da mobile o online

Google si avvicina sempre più al mondo del fintech. Secondo recenti indiscrezioni riportate dal blog statunitense di tecnologia e informatica TechCrunch, il colosso di Mountain View starebbe lavorando sullo sviluppo di una nuova carta di debito "sia fisica che virtuale" rivale della Apple Card, ampliando l'attuale sistema di Google Pay.
Secondo quanto riportato dal sito, che cita fonti anonime e pubblica alcune foto del prodotto, “la carta Google e il conto corrente associato consentiranno agli utenti di acquistare cose tramite una carta, un telefono cellulare o online”. La carta inoltre, si collegherebbe a una “Google app con nuove funzionalità che consentono agli utenti di monitorare facilmente gli acquisti, controllare il proprio saldo o bloccare il proprio account”. Tra i partner bancari, TechCrunch cita nomi del calibro di Citi e Stanford Federal Credit Union.

Attualmente, Google Pay consente pagamenti online e peer-to-peer collegando alla app la propria carta emessa da una qualsiasi delle banche e istituti di credito supportati. “Una ‘Google Pay Card' amplificherebbe notevolmente i casi d'uso dell'app e il potenziale di Google come gigante del fintech” sottolinea l'articolo.

Quando interpellato da TechCrunch sul tema, il gigante del web non ha né confermato né smentito la notizia, ma ha condiviso con il blog statunitense la seguente dichiarazione, rilasciata lo scorso novembre da un portavoce della società:

“Stiamo esplorando il modo in cui possiamo collaborare con banche e cooperative di credito negli Stati Uniti per offrire conti correnti intelligenti tramite Google Pay, aiutando i loro clienti a beneficiare di informazioni utili e strumenti di gestione del budget, mantenendo i loro soldi in un conto assicurato FDIC o NCUA (ndr, Federal Deposit Insurance Corporation o National Credit Union Administration). I nostri principali partner oggi sono Citi e Stanford Federal Credit Union e non vediamo l'ora di condividere maggiori dettagli nei prossimi mesi”.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti