Pepper, un robottino (anche) per il wealth management

Teresa Scarale
Teresa Scarale
27.5.2019
Tempo di lettura: 2'
Il robottino umanoide giapponese Pepper, nato ormai nel 2014, è pronto ad incontrare il wealth management: lo rivela lui stesso, reduce delle fatiche parigine di VivaTechnology

La tecnologia di Pepper è fornita dall'italiana Softec, la digital platform company di Aim Italia, partner di Softbank Robotics.

Ottimizzato per l'interazione umana, è capace di interagire con gli esseri umani attraverso la conversazione, riuscendo a carpire l'umore dell'interlocutore

Il deep learning ha al suo attivo anche il robottino Pepper, un umanoide alto 120 cm dal 2014 "steward"  in un'ampia gamma di settori. Dettaglio (Carrefour, Uniqlo...), turismo (Costa), istruzione, sanità (Bayer..) e naturalmente finanza e banche. Casa madre di Pepper è la società di robotica giapponese Softbank Robotics, interessante realtà della rivoluzione tecnologica con all'attivo oltre 500 dipendenti in tutto il mondo (Parigi, Tokyo, San Francisco, Boston, Shanghai). La tecnologia di Pepper è fornita dall'italiana Softec, la digital platform company di Aim Italia, partner di Softbank Robotics.

Non sorprende quindi che anche in Italia Pepper è o è stato presente: all'aeroporto di Bologna, in una gioielleria di Cosenza e ad Artissima a Torino.

Fanno sapere da Softbank che il grazioso robot nipponico è disponibile in Europagrazie alla collaborazione con 70 partner. Il prezzo? 16.900 euro, dicono da Softbank Robotics.

Il robottino Pepper protagonista di VivaTech


Nell'evento parigino di Vivatech, il primo umanoide in grado di riconoscere volti ed emozioni umane di base, è stato protagonista, accogliendo i divertiti visitatori. Lanciato da SoftBank Robotics nel 2014, Pepper è ottimizzato per l'interazione umana ed è capace di interagire con gli esseri umani attraverso la conversazione e il suo touch screen. È inoltre in grado di raffreddare da solo i suoi circuiti se si surriscaldano e va da sé a ricaricarsi, quando cominciano a mancare le energie. Il robottino sembra essere un assistente perfetto per dare il benvenuto, accogliere clienti e visitatori di banche, studi di consulenza ed altri luoghi. Riesce infatti a riconoscere se il cliente è triste o felice dal solo tono della sua voce o dall'espressione dei muscoli facciali e dall'iride. Potrebbe quindi anche essere l'asso nella manica per carpire il sentiment degli investitori...

pepper-robottino_1
Caporedattore Pleasure Asset. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline Economiche e Sociali presso l'Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia, mercati dell'arte e del lusso. In We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti