Facebook: Libra sta per arrivare

Tempo di lettura: 2'
Libra sarà il nome della neonata criptovaluta lanciata da Facebook. E' stata studiata per evitare la forte volatilità che caratterizza le valute digitali e per abbatter i costi di transazione

Libra, la nuova criptovaluta di Facebook non deve essere sottovalutata dal mondo bancario. Questa potrebbe infatti dare il via ad una vera e propria rivoluzione nel campo dei pagamenti digitali  

Zero costi di commissione per il trasferimento di soldi all'estero e la possibilità di minimizzare anche quelli interni. La data di lancio potrebbe essere il 18 giugno. Ma se Facebook non riuscirà a stringere tutti gli accordi con i paesi messi in lista e se i partner dovessero avanzare delle critiche, si passerà al 2020

È arrivato il momento. Il 18 giugno Facebook dovrebbe lanciare la sua valuta digitale “Libra”. È da fine 2018 che si parla dell'impegno del colosso del web a voler lanciare una sua personale criptovaluta, ma la data era sempre stata spostata di mese in mese. Questa volta un white paper e diversi investitori sostengono che il 18 nascerà Libra la prima figlia cripto di Facabook. Nel frattempo Laura McCracken, Head of finance services and payment partnerships per l'Europa settentrionale ha dichiarato al settimanale tedesco “WirtschaftsWoche” che la criptovaluta di Facebook sarà ancorata ad una valuta,  per evitare la forte volatilità che caratterizzano le valute digitali. E che la data del lancio di Libra potrebbe però cambiare nei prossimi giorni, anche perché molti avevano sempre sostenuto che la data del lancio sarebbe avvenuta nel 2020.

Secondo TechCrunch “Facebook ha sempre rifiutato di commentare la notizia riguardo al progetto di criptovaluta. C'è sempre la possibilità che la data dall'annuncio possa fluttuare se sorgono problemi con i partner o con i governi nazionali”. Da qualche mesa a questa parte Facebook sta infatti cercando di fare diversi accordi con paesi dell'Ue ed extra Ue per rendere operativa la moneta digitale al suo rilascio (giugno 2019 o 2020). Quello che rimane certo è che la valuta digitale sarà una stablecoin, in modo da evitare fluttuazioni troppo pericolose, durante il pagamento o le negoziazioni. Altro vantaggio su cui punta molto il gigante di Cupertino è il fatto che la stablecoin è progettato per abbattere i costi se viene trasferita su prodotti Facebook come Messanger e WhatsApp.

Il lancio di Libra non deve però essere sottovaluta perché potrebbe dar vita ad una nuova era dei pagamenti attraverso i social network. Questa criptovaluta potrebbe infatti esser usata per minimizzare i costi soprattutto quando si tratta di fare pagamenti ad amici o tra i membri di una stessa famiglia che magari lavorano all'estero (fino ad oggi il trasferimento di denaro da un conto nazionale ad uno estero vede un costo di commissione alto). Altro utilizzo i micro pagamenti, come l'acquisto di singoli articoli di giornale o i pagamenti digitali.

 

 

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti