Dalle ex signore Gates e Bezos fondi per la parità di genere

Teresa Scarale
Teresa Scarale
18.3.2022
Tempo di lettura: 2'
Le già consorti dei fondatori di Microsoft e Amazon proseguono con grande intensità la loro attività filantropica a sostegno della diversità. Stavolta tocca al Gender Fund
Melinda French Gates (ex moglie di Bill) e MacKenzie Scott (ex moglie di Jeff Bezos) sono fra i filantropi che alimentano il Gender Fund, veicolo che sta cercando di raccogliere un miliardo di dollari a sostegno dell'uguaglianza di genere e della leadership femminile in Africa, Asia e America Latina. Il fondo vuole agire a livello sistemico, con un impatto su strutture, leggi, politiche, procedure.
Ad oggi, la cifra raccolta ha raggiunto i 320 milioni di dollari: l'obiettivo di un miliardo è stato fissato in dieci anni. Il fondo mira a indirizzare le risorse proprio laddove ce ne sia bisogno, partendo dall'assunto che in genere solo ll'1% dei fondi raccolti raggiunge effettivamente le donne. Nelle intenzioni, il Gender Fund inietterà denaro direttamente a organizzazioni a guida femminile e a realtà locali, attive nei territori interessati. Di «aprire più porte alle donne» parla Melinda French Gates, cofondatrice con l'ex marito Bill del colosso mondiale della filantropia, la Bill & Melinda Gates Foundation: «Questa è la nostra possibilità generazionale di ridisegnare un sistema che funzioni per le donne e le ragazze». Quello della parità di genere è un obiettivo che, raggiunto, permetterebbe al pil mondiale di crescere del 2%.

Le aree di intervento dell'organizzazione sono quelle della violenza di genere, del sostegno sanitario e sociale alla maternità, dell'istruzione inclusiva e del supporto alla leadership femminile. Ad oggi, 2,4 miliardi di donne adulte non possono avere accesso alle stesse opportunità degli uomini. Per non parlare della disparità retributiva in caso di ingresso nel mondo del lavoro: a parità di impiego, una donna guadagna il 30% in meno della controparte maschile (dato del rapporto Women, Business and the Law 2021 della Banca Mondiale).

Oltre a Melinda French Gates e Mackenzie Scott, a sostegno del fondo per la parità di genere ci sono anche Cartier Philanthropy (da We Wealth incontrata), la Children's Investment Fund Foundation, The Estée Lauder Companies Charitable Foundation e The Rockefeller Foundation.
Caporedattore Pleasure Asset. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline Economiche e Sociali presso l'Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia, mercati dell'arte e del lusso. In We Wealth dalla sua fondazione
La redazione vi consiglia altri articoli

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti