Portafogli 100% sostenibili: l'impegno di UBS

Gloria Grigolon
Gloria Grigolon
22.12.2020
Tempo di lettura: 3'
La finanza sostenibile unisce agli investimenti tradizionali nuove opportunità di crescita strategica aziendale, assecondando consumatori sempre più sensibili a tematiche ambientali, sociali e di governance. Un impegno concreto per UBS Global Wealth Management
Ricercare opportunità di investimento sostenibili, essendo sostenibili per primi grazie all'impegno continuo e all'innovazione. Questo l'obiettivo di UBS Global Wealth Management, che per il sesto anno consecutivo è stata nominata leader globale nel settore finanziario del Dow Jones Sustainability Index, il primo indice che valuta le performance finanziarie delle compagnie mondiali in funzione del rispetto di principi sostenibili.

“Il traguardo raggiunto è una conferma che riguarda una leadership a 360 gradi e che premia l'impegno quotidiano dell'azienda nella sostenibilità” ha commentato Paolo Federici, Market Head Italia, UBS Global Wealth Management, nel corso dell'evento Food: il futuro del settore agroalimentare, nell'ambito del programma di UBS Il Vocabolario della sostenibilità.

“Un obiettivo che UBS persegue da sempre” ha aggiunto Federici.

Portafogli 100% sostenibili


Con oltre 25 anni di esperienza negli investimenti sostenibili, UBS è oggi leader mondiale nella gestione sostenibile con un totale di attivi sostenibili che, a fine 2019, ha toccato i 488 miliardi di dollari. Non solo. “Siamo il primo vero gestore patrimoniale globale che ha fatto dei portafogli al 100% sostenibili la scelta principale per i nostri clienti, da preferire rispetto agli investimenti tradizionali”. Un impegno di UBS verso i propri investitori e le generazioni future.

Finanza sostenibile: c'è ancora molto da fare


Il tema della sostenibilità è ormai tema quotidiano. Di fronte alla crescente sensibilità degli investitori a dinamiche ambientali, sociali e di governance, spiccano alcuni dati interessanti. Secondo il UBS Investor Watch 2018, in media, chi investe secondo i propri valori dedica oltre un terzo del portafoglio a investimenti sostenibili. Solo il 39% degli investitori sceglie però una strategia sostenibile a livello globale (spesso dovuta ad una scarsa educazione finanziaria), mentre il 72% degli investitori afferma di non comprendere a pieno il valore aggiunto degli investimenti sostenibili.

Sebbene la macchina si stia muovendo (secondo l'ultimo rapporto del Forum for Sustainable and Responsible Investment, un terzo del patrimonio statunitense gestito dagli istituti finanziari è attualmente investito in asset di finanza sostenibile), c'è ancora molto lavoro da fare.

“Crediamo che questo tipo di investimento possa offrire rendimenti esponendo gli investitori a minori rischi. Siamo convinti che gli investimenti sostenibili diventeranno presto il modo di investire più diffuso al mondo” hanno aggiunto da UBS.

Investimenti-aziende: impegno sostenibile su più fronti


La risposta di UBS vuole essere adeguata alla domanda crescente di sostenibilità. Non solo offrendo agli investitori una gamma ampia di soluzioni sostenibili o affiancando le imprese che vogliono investire in questo senso, ma dando l'esempio e diventando ambasciatori di sostenibilità. Da qui l'impegno di UBS nello sviluppo e nella crescita di business che integrino l'innovazione e la sostenibilità. “Le azioni parlano più forte delle parole. E non si tratta solo di quello che facciamo. Si tratta di sfidare noi stessi e i nostri colleghi ad alzare il livello, lavorare in sincronia e valutare attentamente l'impatto che le nostre azioni quotidiane hanno sulla società e sull'ambiente. Questo è l'unico modo per fare un cambiamento duraturo”.

Insomma, per un futuro sostenibile “l'unica strada percorribile è l'innovazione”, una sfida che travolgerà ogni settore. Da dove partire?

Guarda il Best of dell'evento


Clicca qui per rivivere l'evento completo

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti