Assicurazioni: sempre più automazione

Tempo di lettura: 2'
La tecnologia come alleato per affrontare sfide sempre più complesse, come può essere la pandemia che si è sviluppata nel 2020

La pandemia ha sollevato e scoperchiato diversi temi nel mondo assicurativo

E ha mostrato le “debolezze” del settore

Più automazione può aiutare le assicurazioni a rispondere ad eventi catastrofici come la pandemia da Covid-19. L'aspetto tecnologico è però entrato nelle agende di diversi operatori già da anni. Ci sono infatti molte ragioni per cui una maggiore automazione delle operazioni di back office è stata presa in considerazione dagli assicuratori. Le crescenti pressioni normative hanno aumentato il carico di lavoro di compliance senza che le compagnie abbiano a disposizione, nella maggior parte dei casi, più tempo o più risorse per farlo. Allo stesso tempo, le pressioni del mercato hanno creato un ambiente competitivo dove velocità e flessibilità sono tratti operativi sempre più necessari.
Questo lo scenario dipinto dalla ricerca pubblicata da Willis Towers Watson, società multinazionale britannico-statunitense che si occupa di gestione del rischio, brokeraggio assicurativo e consulenza aziendale. Stando ad altri approfondimenti della società che hanno avuto come focus la volontà degli assicuratori di introdurre maggiore tecnologia nelle loro attività, si nota come negli ultimi tre anni a partire dal 2019 le compagnie hanno previsto quasi un raddoppio della percentuale di lavoro svolto tramite l'automazione, passando dal 17% al 28%.

Il Covid cambia le carte in tavola


La pandemia ha sollevato diversi temi per le compagnie di assicurazione. Tra queste c'è quella di mantenere l'attività il più regolare possibile con la maggior parte o tutti i dipendenti che lavorano da remoto. Una conseguenza, sottolinea il report, è che i sistemi che non sono mai stati consapevolmente progettati per far interagire i dipendenti attraverso il wi-fi di casa e le “virtual private network” (Vpn) abbiano dovuto farlo. Un altro aspetto degli impatti economici e di mercato senza precedenti è che la domanda di management information è stata particolarmente alta. “Che impatto sta avendo l'epidemia sulle posizioni di capitale e solvibilità? Cosa sta succedendo con i sinistri e l'andamento dei sinistri? Come stanno reggendo le vendite e l'incasso dei premi? Visto il contesto attuale questi sono i tipi di domande su cui il management è comprensibilmente più demanding e per le quali richiede aggiornamenti più regolari”, si legge dal report.

E dunque, cosa fare? Secondo la società di consulenza la tecnologia gioca un ruolo fondamentale in questo caso. Riuscire a sviluppare soluzioni veloci, rapide e mirate possono di certo aiutare qualsiasi società di assicurazione.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti