Millennial: risparmio previdenziale partito 10 anni prima dei Boomer

alberto-battaglia
Alberto Battaglia
22.4.2022
Tempo di lettura: 5'
Una nuova ricerca di Charles Schwab ha indagato le aspettative peculiari dei Millennial nella costruzione della pensione

"I Millennial considerano la pensione meno come target di risparmio o una data, ma più come uno stato mentale o uno stile di vita", secondo quanto risulta da una ricerca condotta da Charles Schwab negli Usa

Entro il 2050 il Millennial pensionato più diffuso apparterrà al segmento dei cosiddetti “minimalisti rilassati”, che darà la priorità ai semplici piaceri della loro routine quotidiana

La generazione Millennial ha iniziato a risparmiare per la pensione con una decina d'anni d'anticipo rispetto a quella dei Boomer, intorno ai 25 anni, e associa a questo obiettivo a una serie di considerazioni diverse e peculiari. E' quanto emerge da una nuova indagine condotta da Charles Schwab negli Stati Uniti, intervistando 5mila soggetti e unendo insieme "dati macroeconomici di terzi e tecniche avanzate di modeling che raggruppano le generazioni per prevedere gli atteggiamenti futuri".

"I Millennial considerano la pensione meno come target di risparmio o una data, ma più come uno stato mentale o uno stile di vita", ha detto Jonathan Craig, responsabile dei servizi per gli investitori e del marketing di Charles Schwab, "abbiamo visto un certo numero di investitori più giovani fare i loro primi investimenti in assoluto negli ultimi due anni, ma li stiamo anche vedendo andare oltre quei passi iniziali per impegnarsi con i nostri strumenti digitali di pianificazione della pensione e altre risorse che li aiuteranno a rendere la loro pensione unicamente loro".

Rispetto ai Boomer, le generazioni successive considerano le criptovalute un'alternativa da considerare anche durante la pensione: il 24% dei Millennial e il 19% della GenX prevede di investire in monete digitali durante la pensione.

I profili dei Millennial in pensione


Da qui al 2050, quando buona parte dei Millennial si avvierà alla pensione, verranno a delinearsi quattro diversi profili secondo Charles Schwab.

  • I Millennial dotati del maggior senso pratico, che daranno la priorità alla sicurezza finanziaria, saranno il gruppo meno nutrito (rappresentando il 12-22% della generazione). “Continueranno a dare importanza agli investimenti digitali e alle valute, facendo ricerche approfondite sui loro beni, rimanendo aggiornati sulle tendenze macroeconomiche e investendo in modo uniforme in azioni e criptovalute”, ha affermato lo studio.

  • Una percentuale di poco superiore apparterrà agli "On-Trend Friends" - circa il 13-23% dei futuri pensionati, i quali “daranno la priorità a tenersi al passo con le ultime tendenze di consumo e spenderanno più tempo e denaro per lo shopping rispetto ai loro coetanei”. Gli On-Trend Friends daranno importanza alla sicurezza finanziaria un sano budget di spesa, rispetto ai due gruppi successivi.

  • Il bacino più ampio sarà quello dei “minimalisti rilassati”, il 31-31%, che darà la priorità ai semplici piaceri della loro routine quotidiana, i minimalisti rilassati daranno più valore alle relazioni profonde rispetto alle altre persone. Si concentreranno meno sulle finanze e dedicheranno più tempo agli hobby, al relax e al tempo libero.

  • Un ultimo 24-34% apparterrà agli “High-tech jetsetter”, i più focalizzati sui viaggi rispetto ai loro coetanei, “fidandosi della tecnologia per stare al passo con gli amici e la famiglia mentre si spostano verso la pensione”.


“Ogni individuo avrà una visione diversa del proprio pensionamento ideale, ma la chiave per tutti è iniziare a risparmiare e investire presto", ha detto Rob Williams, managing director of financial planning presso Charles Schwab, "se sognate di viaggiare costantemente, fatene una voce specifica nel vostro piano di pensionamento per assicurarvi di avere i fondi per farlo accadere. Se vuoi mantenere l'esposizione ad attività a rischio più elevato come le valute digitali nel tuo portafoglio pensionistico, pensa a come bilanciare questo con investimenti più tradizionali che possono fornirti una fonte affidabile di reddito quando non hai una busta paga. E infine, ci si prepara alla pensione per godersela, ma è importante avere una solida strategia di reddito e distribuzione in modo da non rischiare di rimanere senza soldi durante la pensione".
Responsabile per l'area macroeonomica e assicurativa. Giornalista professionista, è laureato in Linguaggi dei media e diplomato in Giornalismo all'Università Cattolica

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti