FACTA: Agenzia delle Entrate, dubbi sui trust

Paolo Ludovici
Paolo Ludovici
5.7.2018
Tempo di lettura: 3'
L'Italia è tra i Paesi che si sono impegnati ad attuare lo scambio automatico di informazioni in materia fiscale. In base a quanto disposto dalle normative FATCA e CRS i soggetti che si qualificano come “istituzioni f...

I conti finanziari oggetto dello scambio di informazioni sono sia quelli detenuti da persone fisiche, sia quelli detenuti da entità giuridiche (incluse le società e i trust)

L'Agenzia delle Entrate vuole riesaminare con molta attenzione quelle situazioni in cui trust, società di persone, e holding finanziarie sono state qualificate come “istituzioni finanziarie” ai fini FATCA e CRS, in ragione dell'esistenza di mandati di gestione discrezionale di portafogli affidati a banche e intermediari finanziari

L'Italia è tra i Paesi che si sono impegnati ad attuare lo scambio automatico di informazioni in materia fiscale, avendo dato esecuzione con la legge 18 giugno 2015, n. 95 (e con i successivi decreti attuativi) alle iniziative promosse dagli Stati Uniti d'America, in esecuzione della normativa Foreign Account Tax Compliance Act (“FATCA”), e dall'OCSE, con l'implementazione del nuovo Common Reporting Standard (“CRS”). In base a quanto disposto dalle normative FATCA e CRS – entrambe caratterizzate da profili applicativi del tutto similari – i soggetti che si qualificano come “istituzioni finanziarie” sono tenuti a comunicare alle autorità fiscali di ...
Opinione personale dell’autore
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo. WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.
Ha fondato L&P - Ludovici Piccone & Partners nel novembre 2014. È specializzato su tutte le aree del diritto tributario in particolare sui temi di pianificazione dei patrimoni personali e dei trust. È membro della commissione Tax and Legal in AIFI (Associazione Italiana del Private Equity e del Venture Capital), della commissione Normativa in AIPB (Associazione Italiana Private Banking) e di STEP (Society of Trust and Estate Practitioners).

Caro lettore,
per continuare ad informarti con i nostri contenuti esclusivi accedi o registrati GRATUITAMENTE!

Solo così potrai:

  • Continuare ad informarti grazie ai nostri contenuti come articoli, guide e white papers, podcast, dirette
  • Richiedere di essere contattato da un esperto
  • Fare una domanda sulla gestione del tuo patrimonio ed entrare in contatto con i migliori e esperti del settore GRATUITAMENTE
  • E tanto altro ancora

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti