Come i super ricchi Usa eviteranno le tasse di Biden

Teresa Scarale
Teresa Scarale
3.9.2021
Tempo di lettura: 2'
Fra gli Uhnwi statunitensi sta spopolando un prodotto assicurativo capace di preservare il loro patrimonio dalla nuova pressione fiscale in arrivo

Si chiamano assicurazioni sulla vita a collocamento privato e potrebbero rappresentare una via di fuga per i super ricchi Usa

Per iniziare un piano di Ppli occorrono almeno due milioni di dollari, ma è consigliabile destinarvene almeno cinque per compensare i costi amministrativi e di gestione

Si chiamano assicurazioni sulla vita a collocamento privato (private placement life insurance, o Ppli), e potrebbero rappresentare la via di fuga per i super ricchi Usa contro le nuove tasse per loro previste dall'amministrazione Biden. Il motivo è che, oltre a godere di una notevole flessibilità, queste polizze escono dal perimetro di imposizione fiscale, permettendo uno svuotamento intergenerazionale delle basi imponibili.
Se un asset è detenuto in una Ppli infatti, non è soggetto ad imposizione fiscale, nemmeno in sede di trasferimento successorio. Restano esenti dalla tassazione federale anche i guadagni in conto capitale, oggetto degli strali dell'amministrazione Biden, insieme con profitti, redditi elevati, agevolazioni fiscali per fondi di private equity, immobiliari, per i combustibili fossili. Le polizze Ppli sono inoltre combinabili con altri strumenti, come i trust dinastici, capaci di preservare intere generazioni di ultra ricchi dal pagamento delle tasse di successione. Per iniziare un piano di Ppli occorrono almeno due milioni di dollari, ma è consigliabile destinarvene almeno cinque per compensare i costi amministrativi e di gestione, dicono i wealth manager, i quali stanno proponendo ai clienti questi prodotti alla stregua di hedge fund.

Una polizza sulla vita a collocamento privato non è però solo rose e fiori. Le regole che la classificano come polizza sulla vita e non come altro prodotto assicurativo (non interessato dagli stessi benefici fiscali) sono severe e complesse. È poi richiesto che il titolare rinunci al controllo giornaliero delle scelte di investimento, aspetto per molti clienti inaccettabile. Gioca un ruolo fondamentale anche la decisione di quanto destinare alla propria Ppli: il riscatto in vita di un asset destinato a questa polizza è infatti soggetto a una pesante tassazione

Ma, stando alle informazioni in possesso da Bloomberg, pare che sia la strategia preferita dallo 0,1% più ricco della popolazione americana. I consulenti lo sanno, e cercano di stipare il maggior quantitativo possibile di denaro entro i confini di queste polizze. Riuscirà davvero la polizza sulla vita a collocamento privato a restare una scappatoia contro le tasse per i più ricchi? Dalle parti dei Democratici c'è già chi pensa a mettere un tetto alla parte di patrimonio non tassabile.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti