Bce, Italia sa come crescere ma occhio ai tassi

Livia Caivano
Livia Caivano
10.4.2019
Tempo di lettura: 3'
Secondo il presidente Mario Draghi la crescita dell'Eurozona è lenta ma non preoccupante e la Banca Centrale userà tutti gli strumenti a sua disposizione. Attenzione all'Italia: "La priorità del Paese è ristabilire crescita e occupazione"

Ancora necessario un accomodamento monetario per la crescita dell'Eurozona

Pochi dettagli sul Tltro, nuove informazioni previste per maggio

Nel frattempo il Tesoro colloca 6 miliardi di bot annuali

Secondo Mario Draghi è ancora necessario “un accomodamento monetario” per salvaguardare le condizioni monetarie e supportare la crescita economica, assicurando così “che l'inflazione rimanga su un percorso di convergenza al nostro target". Il Consiglio Direttivo della Bce ha deciso di non toccare i tassi e si aspetta che “rimangano sui livelli attuali almeno fino alla fine del 2019 e in ogni caso finchè sarà necessario per assicurare una convergenza dell'inflazione al target della Bce". Durante la conferenza stampa seguita al meeting all'Eurotower, Draghi ha dichiarato che l'Istituto Centrale "continuerà a reinvestire i rimborsi dei titoli acquistati durante il quantitative easing per un lungo periodo di tempo dopo aver alzato i tassi d'interesse". Ogni mezzo verrà messo in campo per sostenere la crescita. Prima di decidere prezzo e dettagli delle nuove operazioni di Tltro, però, la Bce dovrà vedere se e come si riprenderà l'economia dell'Eurozona. Nuove informazioni verrano annunciate nella riunione di marzo, "in occasione di uno dei prossimi meeting della Banca Centrale".

Crescita lenta


I dati dicono che la crescita economica è ancora rallentata da "elementi globali che continuano a pesare sull'Eurozona" ma comunque, riporta il presidente della Bce, non mancano "segnali che alcuni dei fattori specifici che hanno indebolito l'economia stiano svanendo" e il rischio recessione rimane basso. Lo ha detto il presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, durante la conferenza stampa successiva al meeting del Consiglio Direttivo della Bce.

Il taglio delle stime di crescita dell'Italia non sono però state una sorpresa. “Mi sembra piuttosto chiaro – precisa Mario Draghi - che la priorità nel Paese sia ristabilire crescita e occupazione" e che il Governo sa come muoversi. E' però importante che questo obiettivo vada perseguito “senza innescare una crisi nei tassi di interesse perchè il loro aumento ha un effetto negativo, di contrazione sull'economia".

Asta Bot


Nel frattempo, il Tesoro colloca 6 miliardi di bot annuali a scadenza 14 aprile 2020. In leggero rialzo il rendimento medio ponderato che sale di un punto base, allo 0,07%. La domanda è stata positiva, raggiungendo i 9,559 miliardi, per un rapporto di copertura di 1,59.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti