Orcel e Padoan, inizia ufficialmente la nuova era Unicredit

Teresa Scarale
Teresa Scarale
18.4.2021
Tempo di lettura: 2'
Nel grattacielo di piazza Gae Aulenti si brinda alla nuova dirigenza, quella che – fra Mps e Banco Bpm – dovrà vincere la sfida delle operazioni straordinarie. Con l'ideale di «creare un modello di come può essere l'attività bancaria, fatta nel modo giusto, per le giuste ragioni»
Si è aperto il nuovo ciclo Unicredit: l'assemblea dei soci, in data 15/04/2021, ha ufficializzato le nomine di Andrea Orcel come amministratore delegato e dell'ex ministro Pier Carlo Padoan come presidente dell'istituto. Lamberto Andreotti è il nuovo vice presidente, con funzioni vicarie. Nominati anche i membri dei comitati consiliari. Orcel definisce Unicredit «un'istituzione veramente paneuropea, le cui origini sono saldamente radicate in Italia. […] Vedo in UniCredit l'opportunità di fare la differenza. Un'opportunità che non voglio perdere, per fare le cose in modo diverso e creare un modello di come può essere l'attività bancaria, fatta nel modo giusto, per le giuste ragioni».
Il neo ad di Unicredit è colui che dietro la mega operazione che fece nascere la Unicredit attuale. La sua nomina rappresenta quindi un viatico per nuove fusioni, quella con Mps tanto cara al Tesoro o magari quella con Bpm. Di Andrea Orcel il presidente Pier Carlo Padoan apprezza «l'ampia capacità di gestione strategica in tutte le aree del settore bancario» e «il suo track record nella gestione di team diversificati a livello globale». Competenze che dovrebbero consentire a Unicredit di realizzare l'ambizione «di servire al meglio» i clienti e creare le condizioni per «una crescita sostenibile di lungo periodo» per tutti i portatori di interesse. «L'esperienza di Andrea è per diversi aspetti unica, in quanto combina funzioni di consulenza e di guida di alcune delle più importanti istituzioni finanziarie del mondo».

Sia il ceo che il presidente rivolgono i ringraziamenti di rito ai loro predecessori (Andrea Orcel a Jean Pierre Mustier e Pier Carlo Padoan a Cesare Bisoni).
Del comitato Corporate Governance & Nomination, oltre a Lamberto Andreotti (presidente), fanno parte Jayne Anne Gadhia e Alexander Wolfgring. Nel comitato Esg siedono Francesca Tondi (presidente), Beatriz Lara Bartolomè e Jeffrey Hedberg. Membri del comitato per i controlli interni & rischi sono Elena Carletti (presidente), Maria Pierdicchi, Francesca Tondi e Alexander Wolfgring. Del comitato remunerazione fanno parte Jayne-Anne Gadhia (presidente), Luca Molinari e Renate Wagner. Nel comitato parti correlate infine siedono Maria Pierdicchi (presidente), Vincenzo Cariello e Elena Carletti. Tutti nominativi «dalla lista n. 1, che ha ottenuto la maggioranza relativa di voti assembleari, pari al 76,31%», presentata dal consiglio di amministrazione uscente.

A questi si aggiungono Francesca Tondi e Vincenzo Cariello, della lista n. 2, votata dalla minoranza degli azionisti con il 22,75%, e «presentata da una pluralità di investitori istituzionali». L'assemblea, inoltre, con l'obiettivo di incrementare la remunerazione a favore degli azionisti, ha autorizzato il cda con il 98,43% ad effettuare atti di acquisto, anche in parte e/o in via frazionata, di azioni ordinarie del gruppo.
Approvato anche il compenso di 1.805.000 euro per ciascun anno di incarico agli amministratori per le attività svolte nel board e nei comitati consiliari. Il gettone di partecipazione per ogni singola riunione formalmente convocata è di 1.000 euro per presenza fisica al consiglio di amministrazione e al comitato per i controlli interni & rischi. 800 euro per presenza fisica agli altri comitati e 400 euro per le partecipazioni a distanza.
Caporedattore Pleasure Asset. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline Economiche e Sociali presso l'Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia, mercati dell'arte e del lusso. In We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti