Stipendio a due zeri per i giovani banchieri di Wall Street

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
12.7.2021
Tempo di lettura: 3'
Lo stipendio dei giovani banchieri è in aumento: a Wall Street le banche hanno votato per quota cento (mila). Cosa farà Goldman Sachs?

Nell'ultimo mese molte banche americane hanno aumentato la paga base degli analisti dell'investment banking, mettendo in discussione il modello "pay for performance"

All'appello delle banche che hanno rivisto gli stipendi manca Goldman Sachs. I suoi analisti erano stati al centro di un dibattito negli scorsi mesi per il carico di lavoro eccessivo a cui erano sottoposti

Secondo Wall Street Oasis, gli analisti di Goldman percepiscono come salario annuo in media 86 mila dollari contro la media di Wall Street di 91.400 dollari

La settimana lavorativa in Italia – chi più chi meno - è di 40 ore. Da Goldman Sachs invece è di 96, ovvero - a fare i conti - 16 ore al giorno dal lunedì al sabato.  O almeno così denunciavano i giovani banchieri impegnati nell'Investment Banking del colosso bancario, chiedendo che il loro monte orario settimanale fosse ridotto a 80 ore. Ora, a distanza di qualche mese, si è tornato a parlare dei junior banker di Goldman. Questa volta del loro stipendio. La Banca newyorkese infatti - a quanto riporta il Financial Times - sta valutando di aumentare gli stipendi dei suoi giovani.
Ricompensa per il duro lavoro sopportato? Non si direbbe. Il motivo è meramente di settore. Le altre banche di Wall Street infatti retribuiscono i loro giovani più di quanto faccia Goldman Sachs. E, forse, anche garantendo orari più “umani”. Il divario è aumentato negli ultimi mesi. Molte banche, tra cui - per citare le più importanti – Citigroup e JPMorgan stanno infatti aumentano lo stipendio base. E non di poco. La prima la scorsa settimana ha offerto un aumento di ben 25.000 dollari, ai propri giovani investment banker, che ora percepiranno, come paga base, 100 mila dollari all'anno. La seconda, come anche Barclays, ha invece offerto un aumento di 15 mila dollari rispetto agli 85 mila precedentemente previsti. Infine, alla fine di giugno sia Bank of America che Wells Fargo hanno entrambe aumentato di 10 mila euro la paga riconosciuta ai junior al loro primo anno di assunzione.
Questi aumenti storicamente non sono all'ordine del giorno. Le banche d'investimento sono infatti famose per evitare di rivedere al rialzo gli stipendi fissi dei propri lavoratori. Il motivo, che stipendi base elevati possono gravare pesantemente sui bilanci bancari in tempi di magra. Per lo stesso motivo, di contro, in genere, le banche tendono a premiare il personale con bonus che possono variare drammaticamente di anno in anno a seconda della performance degli individui e delle banche in generale. Il “Pay for performance” è stato un modello adottato certamente anche da Goldman Sachs, che però ora, alla luce delle mosse delle altre banche, deve fare i conti con una questione strategica: “non rischiamo così di perdere i nostri talenti?”. Esposito e Dan Dees, i co-heads dell'investment banking di Goldman, hanno recentemente discusso circa la questione comunicando al personale che stanno monitorando le mosse salariali dei rivali e sono consapevoli delle lunghe ore che hanno lavorato durante la pandemia. "Stiamo ancora pensando alla divisione della base e del bonus, guardando cosa stanno facendo i nostri colleghi, non solo sul fronte dell'investment banking. La guerra per il talento è più feroce che mai" ha dichiarato al Financial Times un manager di Goldman.

Tuttavia, per alcuni, aumentare la paga base creerebbe un pericoloso precedente. "Non dovremmo partecipare a questo gioco di muovere gli stipendi su e giù ogni pochi mesi", ha riferito un'altra persona coinvolta nelle discussioni. "Se ci si comporta così si finisce semplicemente per dover trattare con dei mercenari. Noi paghiamo alla fine dell'anno per le prestazioni". Ad ogni modo, Goldman ha tempo fino ad agosto – mese in cui finisce per gli analisti del primo anno l'anno retributivo – per adeguarsi al settore o fare altrimenti. Secondo Wall Street Oasis, i junior banker di Goldman prendono meno dei loro colleghi. A livello di paga base, gli analisti di Goldman percepiscono in media 86 mila dollari contro la media di Wall Street di 91.400 dollari, ed anche i bonus pagati risultano più bassi. 37.500 contro 39.700.
Laureato in Finanza e mercati Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano, nella redazione di We Wealth scrive di mercati, con un occhio anche ai private market. Si occupa anche di pleasure asset, in particolare di orologi, vini e moto d’epoca.
La redazione vi consiglia altri articoli

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti