Snowflake: investimento tech per la holding di Warren Buffet

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
9.9.2020
Tempo di lettura: 3'
La Berkshire Hathaway investirà 570 milioni di dollari in Snowflake, società promettente operante nel cloud computing. L'operazione stupisce alla luce dell'avversione di Warren Buffet verso l'investimento in società tecnologiche.

La holding di Warren Buffet investirà 570 milioni di dollari in Snowflake, startup operante nel settore del cloud-computing

Buffet, storicamente avverso all'investimento in società tech, ha perso il 30% di quanto investito entrando nel capitale di IBM nel 2011

L'annuncio dell'operazione avviene in un periodo di forti ribassi per il Nasdaq, il quale in appena cinque giorni ha perso il 7,7%

Tutto ciò che fa (e non fa) Warren Buffet desta sempre molta attenzione tra gli operatori di borsa e più in generale tra gli amanti della finanza. L'ultimo investimento della Berkshire Hathaway sembra potersi iscrivere a pieno titolo tra le operazioni più discusse dell'Oracolo di Omaha. Per due ragioni: tempistica e settore. La holding di Buffet ha infatti annunciato in piena correzione dei prezzi dei titoli tech (o forse qualcosa di più?) che investirà nella startup tecnologica Snowflake al momento della sua quotazione.

L'avversione al tech di Warren


Che Buffet sia restio all'investimento nel settore tecnologico, è cosa risaputa. Se è vero che Apple è attualmente la sua maggior partecipazione basta andare a vedere in quante altre società tech la Berkshire Hathaway è entrata nei suoi cinquant'anni di attività per capire che Warren non sia un amante del settore. Le eccessive variazioni di valore a cui generalmente queste aziende sono esposte hanno sempre fatto preferire altri segmenti più stabili. Fino al 2011, quando Buffet ruppe questo tabù investendo in IBM. Allora la società, leader nella produzione di computer, dichiarava, a torto, di aver sviluppato un modello finanziario solido che nei successivi cinque anni l'avrebbe riparata dalla volatilità del mercato. IBM negli anni successivi perse terreno rispetto ai propri competitor, che si erano spostati sulla tecnologia cloud. Al momento della vendita le azioni IBM avevano un prezzo minore del 30% rispetto a quello al quale la Berkshire aveva investito.

La tempistica dell'annuncio


Al di là della scommessa persa su IBM e l'avversione di Warren per il tech, quello che può stupire dell'operazione è anche il timing. Infatti l'annuncio dell'acquisizione avviene a ridosso di giorni di forte correzione dei mercati sui titoli tech, protagonisti di un apprezzamento incredibile da inizio anno. Se è vero infatti che lo ytd del Nasdaq è del 23,92% al 9 settembre, è anche vero che l'indice tech ha perso il 7,7% solo negli ultimi cinque giorni. Sintomo che i prezzi non rispecchiavano del tutto i fondamentali. Tuttavia, l'azzardo può essere compreso alla luce di uno dei motti preferiti da Warren “Abbi paura quando gli altri sono avidi e sii avido quando gli altri hanno paura”

Snowflake, scommessa cloud


Snowflake è una startup fondata nel 2012, progettata per gestire grandi volumi di dati nell'era del cloud computing,che ha avuto negli ultimi anni importanti riconoscimenti. Nel 2019 si è classificata al secondo posto nella classifica Cloud 100 di Forbes, e al primo posto della classifica U.S Top Startups di Linkedin. La società guidata da Bob Muglia si presenta all'IPO con una valutazione di 23,7 miliardi di dollari. La previsione della società è di vendere le proprie azioni in un prezzo compreso tra i 75 e 85 dollari.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti