DB Financial Advisor, a spuntarla alla fine è Zurich

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
4.8.2021
Tempo di lettura: 3'
Da outsider a nome più papabile, Zurich ha sorpassato la concorrenza e ha tagliato per prima il traguardo nella corsa a DB Financial Advisor

Mercoledì è stato raggiunto l'accordo con cui Zurich acquisisce DB Financial Advisor, rete di consulenti dei Deutsche Bank. Battuta la concorrenza di Mediobanca e Allianz

"L’acquisizione permette a Zurich di rafforzare la sua presenza sul mercato italiano sviluppando ulteriormente i propri canali distributivi, puntando su una realtà di eccellenza in materia di consulenza finanziaria e assicurativa" si legge nel comunicato diramato da Zurich

"L’accordo permette a Deutsche Bank di riposizionare il business in Italia, focalizzando gli investimenti per diventare banca di riferimento per gli imprenditori e le loro famiglie, premium bank per la clientela affluent e per valorizzare la già forte presenza nel settore del credito al consumo" si legge lato Deutsche

Era già da tempo che Zurich, assicurazione svizzera, aveva messo nel mirino la rete italiana di consulenti Deutsche Bank. Tuttavia, un'offerta non era ancora pervenuta a Piazza del Calendario e nessuno si sarebbe aspetta che a spuntarla sarebbe stato il gruppo guidato da Mario Greco. O almeno fino ad oggi. Le voci insistenti circa un imminente accordo con Mediobanca hanno fatto rompere gli indugi all'ad di Zurich, il deus ex machina dell'operazione. Alla fine è stato il gruppo elvetico, assistito da Rothschild e McKinsey, ad aver presentato, seppure per ultimo, l'offerta migliore.
Con l'operazione ufficialmente andata in porto Zurich mette le mani su una rete da 1085 consulenti e circa 16,5 miliardi di euro di asset in gestione. Di contro a DB- Financial Advisor sarà corrisposta una cifra tra i 350 e i 400 milioni di dollari. Trasferiti a Zurich anche il portafoglio crediti, mutui sui clienti del ramo consulenti finanziari. Si tratterebbe di volumi per circa 800 milioni di euro. Sarà ora necessario che Zurich acquisisca la licenza bancaria in Italia, obiettivo presente nell'ultimo piano industriale presentato.

Alessandro Castellano, CEO di Zurich Italia, ha dichiarato: “Siamo lieti di annunciare l'acquisizione della rete dei Consulenti Finanziari del gruppo Deutsche Bank in Italia. Un ulteriore rafforzamento della nostra presenza sul mercato italiano grazie ad una rete che eccelle per esperienza e presenza sul territorio. La consulenza di valore è la chiave del successo del nostro business: la partnership consolidata con Deutsche Bank, con cui lavoriamo da molti anni in Italia e a livello globale, ci ha permesso di apprezzare il valore e la competenza dei suoi consulenti finanziari, un punto di riferimento nel settore del risparmio gestito. Questa acquisizione è per noi un passo avanti molto significativo in un percorso di crescita e di continua innovazione ed evoluzione del modello di business verso la multicanalità. Il network dei Consulenti Finanziari di Deutsche Bank lavorerà infatti in sinergia con la già consolidata e forte rete degli agenti Zurich per offrire ai clienti la gamma più completa possibile di canali di contatto e le migliori soluzioni per la pianificazione finanziaria e assicurativa. Si tratta di un progetto di grande rilevanza per Zurich, che intendiamo sviluppare nei prossimi anni con ulteriori investimenti a supporto."

Roberto Parazzini, Chief Country Officer di Deutsche Bank in Italia, ha dichiarato: "Siamo lieti dell'accordo raggiunto con Zurich, un'operazione strategica che contribuirà a rafforzare il percorso di crescita della rete dei consulenti finanziari e la partnership tra i due gruppi, già attiva da tempo anche in Germania. Con questo importante passaggio diamo il via a un percorso di trasformazione del nostro business in Italia, che porteremo avanti nei prossimi mesi con la volontà di continuare a investire per crescere su più fronti. Deutsche Bank resta infatti saldamente presente nel Paese e qui in futuro focalizzeremo le nostre attività per diventare banca di riferimento per gli imprenditori e le loro famiglie, rafforzando anche il nostro presidio sulla clientela affluent e nel credito al consumo. Negli ultimi 6 mesi abbiamo inserito in Italia circa 40 nuovi professionisti del wealth management, pari al 30% in più, e stiamo anche investendo nelle competenze del business banking, facendo leva sulla forza del nostro brand per sviluppare un'innovativa offerta di servizi specializzati sui canali digitali, per clienti privati e imprese”.

Nel 2020 Zurich si è confermata una realtà solida e resiliente alle intemperie. Le perdite della prima parte dell'anno sono state in parte compensate da una robusta ripresa, con business operating profit di 4,2 miliardi di dollari e performance positiva del commercial insurance. Il gruppo si è concentrato sul sostegno a clienti e colleghi, guadagnandosi la loro fiducia e raggiungendo livelli record di soddisfazione, grazie al rapido adattamento nell'offerta di servizi e nelle modalità di lavoro.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti